Home Veneto Attualità Coronavirus, Veneto: Zaia annuncia nuova ordinanza

Coronavirus, Veneto: Zaia annuncia nuova ordinanza

Una nuova ordinanza presentata dal governatore del Veneto nel corso dell’ultima conferenza stampa

PADOVA 08–11-2020
IL GOVERNATORE DEL VENETO – LUCA ZAIA
©NICOLA FOSSELLA

Il presidente del Veneto, Luca Zaia ha presentato l’ordinanza adottata d’intesa con i governatori confinanti, Massimiliano Fedriga per il Friuli Venezia Giulia, e Stefano Bonaccini per l’Emilia-Romagna, che  sarà in vigore da venerdì e fino al 3 dicembre.

Mascherina

Obbligatorio uso corretto della mascherina fuori dalla casa (eccetto sportivi, persone con patologie e bambini sotto i 6 anni).

Se si abbassa la mascherina per cibo o bevante va osservata la distanza minima di un metro.

Mascherina obbligatoria su mezzi pubblici e privati se non con conviventi.

Anche in casa, se ci sono non conviventi va portata la mascherina.

Attività motoria e sportiva

Attività sportiva e motoria in parchi pubblici e aree rurali con un metro di distanziamento sempre. Non si va a fare una passeggiata in centro nella via dello struscio o sul mare, sulle spiagge. In pratica le camminate e le passeggiate, le corsette, non si fanno in centro storico, per le strade della città, in luoghi turistici, ma la fai in aree verdi, campagna, piste ciclabili non centrali, evitando ogni forma di affollamento. Questo per evitare gli assembramenti del fine settimana.

Negozi

Accesso a una persona per nucleo familiare (salvo minori sotto i 14 anni e persone con difficoltà).

Mercati all’aperto

Solo se i sindaci adottano un piano specifico: perimetrazione, un varco di accesso e uno di uscita, sorveglianza.

Grandi centri commerciali e supermercati

Prime due ore di apertura garantito accesso a chi ha più di 65 anni.

Scuole

Sospese nelle scuole di primo ciclo gli insegnamenti di educazione fisica, canto e strumenti a fiato.

Bar e ristoranti

Restano aperti normalmente ma dalle 15 alle 18 è possibile somministrare bevande e alimenti in bar e ristoranti ai clienti seduti. Solo seduti internamente ed esternamente al locale. Vietato consumare il cibo altrove.

Prefestivi e festivi

Grandi e medie strutture di vendita nei prefestivi sono chiusi al pubblico, salvo farmacie, parafarmacia, supermercati, tabacchi ed edicole. Nei festivi chiusi tutti i negozi, al chiuso o area pubblica, fatta eccezione per gli esercizi commerciali citati prima. Sabato, quindi, chiusi grossi centri commerciali e Outlet, la domenica chiusi tutti i negozi, eccetto i servizi essenziali.

Vendita a domicilio

Sempre comprensiva e fortemente raccomandata.

Ulteriori misure

Trasporto su acqua, gomma e ferro rimodulano il trasporto per assicurare i servizi minimi di linea e non di linea con il 50% della capienza.

Competizioni sportive

Atleti e tutti gli accompagnatori dei professionisti accedono all’impianto sportivo solo con test con esito negativo eseguito 76 ore precedenti.

Multe

Sanzioni da 400 a mille euro.