Home Senza categoria Este, negata la trasferta milanese per la Pala del Tiepolo

Este, negata la trasferta milanese per la Pala del Tiepolo

La pala del Tiepolo rimane a Este: lo ha deciso il Ministero dei Beni culturali e la notizia è stata accolta con un certo sollievo dalla città, che temeva di dover salutare la sua opera più famosa a poche settimane dal suo rientro “a casa”.

Pala del Tiepolo

Invece partenza scongiurata per il gioiello pittorico del 1759, intitolato “Santa Tecla intercede per la liberazione di Este dalla pestilenza del 1630”, tornato nel “suo” duomo soltanto di recente per la fase finale del restauro dopo otto anni di assenza. Nei mesi scorsi le Gallerie d’Italia di Milano avevano chiesto in prestito la tela per la mostra dedicata a Giambattista Tiepolo, in programma da ottobre a marzo in occasione del 250esimo anniversario della morte del celebre artista veneziano. Sul trasferimento la parrocchia, che è proprietaria dell’opera, attendeva il parere della Soprintendenza e del Ministero.

Quest’ultimo ha deciso “che il prestito non è opportuno, dopo un restauro così lungo e impegnativo” – spiega don Franco Rimano, arciprete della parrocchia di Santa Tecla. Il capolavoro di 7 metri per 4 fu realizzato per l’abside del duomo di Santa Tecla, da cui si era “assentato” nel 2012 per un delicato restauro. La tela era poi tornata a Este a ottobre del 2019, ospitata all’interno del Museo Nazionale Atestino, prima del rientro in duomo. Dove gli atestini sperano di poterla ammirare ancora a lungo. (m.e.p.)