Home Trevigiano La svolta a Zero Branco: “Mai più seggi nelle scuole”

La svolta a Zero Branco: “Mai più seggi nelle scuole”

Per il momento un’autorizzazione, che ha lo scopo di diventare definitiva, permette l’uso delle palestre

Scuola

Seggi elettorali fuori dalle scuole. Per sempre. L’obiettivo è segnato. Il Comune ha deciso di voltare pagina per non dover chiudere le scuole per il voto in seguito al lockdown per l’emergenza coronavirus. Il dossier messo a punto dal municipio in occasione delle ultime elezioni regionali è stato approvato dalla Prefettura. Il 20 e il 21 settembre i cittadini hanno votato nei seggi allestiti nelle palestre, con tanto di divisori in cartongesso, accanto agli istituti. Il via libera è temporaneo. Visto il precedente, però, il Comune ora punta a fare in modo che le urne restino definitivamente fuori dalle scuole. Indipendentemente dall’emergenza sanitaria, che tutti si augurano possa terminare il prima possibile. Questo significherebbe non far più perdere ai ragazzi un solo giorno di scuola per le elezioni.

Stop seggi nelle scuole: parla Durighetto

“Al momento c’è un’autorizzazione temporanea per quanto riguarda l’uso delle palestre. Auspichiamo però che possa presto diventare definitiva – spiega il sindaco Luca Durighetto – sarebbe un bene per tutti. Si può evitare di interrompere le lezioni a ogni chiamata alle urne, garantendo allo stesso tempo a tutti i cittadini la massima accessibilità al voto, dal momento che i nuovi seggi sono stati individuati accanto agli edifici scolastici dove erano ospitati in precedenza”. Si vogliono confermare come sedi stabili il palazzetto dello sport accanto alle scuole medie Europa e alle elementari Marconi di viale IV Novembre a Zero Branco (6 seggi), la palestra della scuola di Sant’Alberto (2 seggi) e la palestra della scuola elementare di Scandolara (1 seggio).

“Una tale disposizione rende tutte le operazioni più semplici dal punto di vista logistico – conclude Durighetto – le palestre consentono di avere a disposizione spazi ampi. In più, non ci sono banchi da spostare. Basta togliere la rete dal campo di pallavolo. Senza altri problemi”. Mauro Favaro

Le più lette