Home Breaking News Mirano: area di dispersione delle ceneri in cimitero

Mirano: area di dispersione delle ceneri in cimitero

La zona apposita all’interno del camposanto del capoluogo Mirano, sarà chiamata “Giardino della memoria”. Previsto l’aumento delle nicchie cinerarie da 240 a 324

Cimitero di Mirano
Cimitero di Mirano

Nuove possibilità per il culto del caro estinto. Tra non molto anche a Mirano sarà possibile disperdere le ceneri dei defunti che ne faranno richiesta testamentaria: nelle scorse settimane infatti, la giunta comunale ha approvato una delibera che consentirà la realizzazione di un’area apposita all’interno del cimitero del capoluogo, in un luogo dedicato chiamato “Giardino della memoria”.

In questa zona sarà possibile disperdere le ceneri della cremazione dei defunti, possibilità fino ad ora non consentita altrove all’interno del territorio comunale. La pratica è sempre più diffusa e soprattutto le grandi città hanno previsto da tempo alcuni luoghi dove è permessa la dispersione delle ceneri: spesso si tratta di aree ricavate all’interno di cimiteri o luoghi significativi, ma in alcuni casi sono state dedicate anche zone naturali. E’ la naturale prosecuzione di un processo culturale che ha visto dapprima sdoganare il processo di cremazione dei defunti e ora la possibilità di disperdere le ceneri invece che conservarle nelle urne cinerarie, in luoghi privati o talvolta tumulate. Le richieste di dispersione dei resti sono in aumento e in molti casi a volerlo è il defunto stesso nel proprio lascito testamentario.

C’è anche chi desidera lasciare ai parenti una lapide dove pregare e ricordare, pur sempre dopo la cremazione e per questo il Comune ha previsto anche l’aumento delle nicchie cinerarie, che passeranno da 240 a 324, sempre perché, spiega la giunta in delibera: “serve soddisfare maggiormente il crescente aumento di richieste da parte dell’utenza cimiteriale di questa tipologia di sepoltura”.

Per il sindaco Maria Rosa Pavanello le richieste non mancavano di certo e: “l’idea dell’area dispersione ceneri è stata pensata anche per dare una risposta a come stanno cambiando le abitudini e le modalità dei funerali, così come sono aumentate le richieste di cinerari in questi anni e il numero di cittadini che scelgono la cremazione. Ci arriviamo ora, tenendo conto che fino al 2018 potevamo fare investimenti limitatissimi per via del patto di stabilità”.

’area di dispersione delle ceneri servirà anche a riqualificare il camposanto di Mirano, che da tempo necessita di interventi, a cominciare dalla parte monumentale.

Filippo De Gaspari

Le più lette