Home Trevigiano Morgano: giovani vandali smascherati grazie alle telecamere

Morgano: giovani vandali smascherati grazie alle telecamere

Hanno distrutto i cestini dei giardini pubblici di Badoere, a ridosso degli impianti sportivi. Poi sono tornati a casa, come se niente fosse. Hanno confessato la scorribanda ai loro genitori. Ma anche questi ultimi hanno preferito rimanere in silenzio.

Giovani vandali

Fino a quando la polizia locale, scandagliando le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza, non ha bussato alle loro porte. Sono stati individuati in questo modo i tre minorenni che nelle scorse settimane avevano messo a soqquadro i giardini pubblici di Badoere. Tutti e tre frequentano le scuole medie in altri comuni della zona. Il sindaco Daniele Rostirolla li ha convocati in Comune, assieme ai genitori. E oltre alla ramanzina, indirizzata a questo punto anche alle famiglie, scatterà la richiesta di risarcimento dei danni.

“Ciò che mi rammarica, oltre al gesto sciocco dei ragazzi, è essere venuto a sapere che i genitori erano già a conoscenza dell’impresa, in quanto i figli avevano confessato loro l’accaduto – spiega il primo cittadino senza nascondere una punta di amarezza – sinceramente, mi sarei aspettato che fossero gli stessi genitori a farsi avanti verso l’amministrazione comunale, senza attendere che i nostri agenti dedicassero molto del loro tempo per poterli rintracciare”. Ora ne parleranno faccia a faccia.

“Ho convocato ragazzi e genitori, insieme al comandante della Polizia Locale, per una dovuta tirata di orecchi agli autori degli atti vandalici e anche ai loro genitori”, specifica il sindaco. Insomma, anche i genitori rimasti in silenzio, pur sapendo delle scorribande dei figli, avranno la propria parte. “Affronteremo i provvedimenti del caso – assicura Rostirolla – compreso il rimborso dei danni”. All’inizio di ottobre i tre ragazzi avevano messo nel mirino i giardinetti di Badoere. Qui si erano in particolare accaniti contro tre cestini, fino a romperli. Il Comune non ha lasciato correre. Una volta accertati i danni, sono state visionate le immagini registrate dalle telecamere del sistema di videosorveglianza presenti nella zona. Fino ad arrivare a identificare i responsabili.

Mauro Favaro

Le più lette