Home Padovano Padova Padova: “Costruire inclusione, generare valore”

Padova: “Costruire inclusione, generare valore”

Premiata una tesi sul recupero di un condominio in quartiere Palestro a Padova

Ater Padova
Ater Padova

Con una tesi magistrale in Ingegneria edile e architettura dal titolo “Progetto di recupero e di riqualificazione energetica dell’edificio Ater sito in via Amba Aradam a Padova”, Laura Pianca, 24 anni, ha vinto il concorso per la miglior tesi di laurea sui temi dell’edilizia residenziale pubblica. Un Premio voluto da Ater Padova, nell’ambito delle celebrazioni per il centenario di fondazione, per confermare la volontà di rafforzare la partnership con l’università patavina e al contempo l’attenzione e il sostegno ai giovani talenti.

Una tre giorni di formazione e aggiornamento per gli addetti ai lavori, ma anche di confronto e dibattito sul futuro delle politiche abitative del territorio, con l’obiettivo di continuare a garantire un alloggio, bene primario, alle persone e alle famiglie che vivono in situazioni di fragilità. Presentato, inoltre, il laboratorio Unicity sulle relazioni tra Università e città di Padova. A Laura Pianca, oggi laureatasi in Ingegneria, era stato affidato lo studio di un condominio degli anni ’50, nella zona sud ovest di Padova in quartiere Palestro. La giovane ingegnere ha studiato lo stabile in maniera approfondita, realizzando un progetto di ristrutturazione che permetterebbe di elevare la classe energetica da G ad A2, con un risparmio in bolletta per i residenti (sono 16 famiglie) pari circa al 60%.

Pianca ha ragionato anche sull’accessibilità, inserendo nel suo progetto due torri esterne con un ascensore, che agevolerebbero la mobilità dei numerosi residenti anziani. Un elaborato “meticoloso e completo sotto tutti i punti di vista – ha commentato la commissione esaminatrice – compreso quello economico”, che le è valso un assegno di tremila euro e uno stage di sei mesi all’Ater Padova.

Il concorso ha assegnato anche un riconoscimento al master Manager dello sviluppo locale sostenibile (Msls) dell’ateneo patavino, diretto da Patrizia Messina: si concretizzerà in una borsa di studio per gli studenti partecipanti più meritevoli.

Nicoletta Masetto