Home Padovano Padova Padova in vetta alla classifica nazionale nella raccolta di carta e cartone

Padova in vetta alla classifica nazionale nella raccolta di carta e cartone

Il Comune ha ricevuto il premio nazionale come “Miglior Comune riciclone per la raccolta di carta e cartone nell’area Nord Italia”

Riciclo carta e cartone
Riciclo carta e cartone

Il riconoscimento è stato assegnato in occasione dell’evento “Comuni Ricicloni 2020” promosso da Legambiente con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e in collaborazione tra gli altri con Comieco, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballi a base Cellulosica.

Padova risulta ampiamente sopra la media nazionale e del Veneto in fatto di kg di carta e cartoni raccolti pro capite all’ anno con ben 76,59 kg a testa, contro una media delle città venete che si ferma a 60,8 kg pro capite e nazionale di 57,5 kg, sempre a testa l’anno. “Una grande soddisfazione per Padova, per la prima volta premiato a livello nazionale – afferma l’assessore Chiara Gallani –. Siamo il primo comune del Nord Italia per qualità e quantità di riciclo della carta e del cartone: un risultato che dà conto del lavoro di questi anni – dall’aumento del porta a porta all’attenzione ai servizi per avere dei rifiuti sempre più “puliti” – e dell’impegno quotidiano della tra cittadini aziende, AcegasApsAmga e Comune permette di raggiungere tali obiettivi”.

La motivazione

Nella motivazione Comieco scrive che “il Comune di Padova è passato al porta a porta famiglie, un processo che continuerà nel 2020 fino a coprire i 211 mila abitanti del Comune. Questo passaggio è stato accompagnato da un ulteriore progressivo miglioramento degli standard qualitativi di raccolta fino ad oltre 16.000 ton raccolte in un anno. La raccolta pro-capite pari a 76,59 kg/ab ha raggiunto un livello di intercettazione superiore al dato nazionale e regionale. È stata coinvolta la popolazione con iniziative che hanno interessato i mercati rionali, gli esercizi commerciali del centro storico, gli studenti e la cittadinanza. Tra i numerosi strumenti utilizzati spiccano l’iniziativa dell’infobike (mezzo mobile su bici che ha raggiunto le utenze domestiche) e i controlli ecologici che hanno interessato 1800 condomini per un totale di 22 mila utenze”.