Home Rodigino Delta Porto Tolle: consigliera firma lettera di critica, opposizione all’attacco

Porto Tolle: consigliera firma lettera di critica, opposizione all’attacco

“Curiosi di sapere come il sindaco non potesse sapere nulla di quello che fa una sua consigliere fidata”

Minoranza Porto Tolle

“L’amministrazione Pizzoli, gli #zerovirgola, non si fa proprio mancare nulla, dopo essere diventata leader italiana degli appalti con sconti ridicoli e nessuna concorrenza, attraverso la fornitura di mobili alla nuova mensa aggiudicata con lo 0,36% di sconto, (154 euro su 42 mila euro), #zerovirgola, ora cerca di smuovere anche il mondo della pesca”. Esordiscono in tono ironico i consiglieri di minoranza.

“E’ notizia degli ultimi tempi la lettera protocollata in Regione, al Prefetto ed in Provincia, da un gruppo di vongolari che, oltre a lamentarsi della “fallimentare gestione del Consorzio” chiede la revisione della Convenzione tra il Consorzio pescatori di Scardovari e la Provincia, con successiva creazione di una nuova Cooperativa, e la richiesta di avere in concessione delle aree per la coltivazione delle vongole. Praticamente la fine dei diritti esclusivi di pesca concessi in via prioritaria al Consorzio”.

“La cosa strana, imbarazzante e quasi ridicola per il sindaco, è che sulla lettera dei richiedenti compare il nome di una delle sue consigliere comunali, Giorgia Marchesini, e di suo padre –evidenziano i consiglieri comunali di minoranza del gruppo civico, Silvia Siviero e Valerio Gibin- . Per ora non vogliamo entrare nel merito della questione, ma con tutte le precauzioni del caso saremo veramente curiosi di sapere come il sindaco non potesse sapere nulla di quello che fa una sua consigliere fidata, come non lo potesse sapere l’assessore e presidente della Coop Pilamare, Raffaele Crepaldi seduto nel Consiglio del Consorzio e nemmeno l’assessore alla pesca e avvocato Tania Bertaggia, consulente dello stesso Consorzio”.

Guendalina Ferro

Le più lette