Home Trevigiano Zero Branco, Durighetto: “Non ci fermeremo”

Zero Branco, Durighetto: “Non ci fermeremo”

Il sindaco di Zero Branco, Luca Durighetto, fa il punto sulle iniziative in essere, che proseguiranno compatibilmente con le disposizioni del governo

Luca Durighetto
Luca Durighetto

Zero Branco non si ferma. E ancora una volta, insieme ai comuni di Istrana, Quinto di Treviso e Morgano, si è attivato in supporto alle imprese locali più duramente colpite dall’emergenza sanitaria con il progetto “4 Comuni Garanzia Impresa” (come riportato nella pagina precedente in questo numero), un piano di sostegno economico rivolto ad artigiani, commercianti e professionisti del territorio. Ma non solo: sono infatti molti altri i progetti in ballo. Ne abbiamo parlato con il sindaco di Zero Branco, Luca Durighetto.

In che cosa consiste il piano di sostegno?

“Ci siamo appoggiati ai Confidi, società che permettono alle varie realtà commerciali e artigianali di accedere a dei finanziamenti agevolati. I quattro comuni hanno messo una cifra pro quota (10mila euro nel caso di Zero Branco), che servirà appunto a coprire le garanzie per far accedere ai prestiti le varie attività in difficoltà. L’iniziativa sarà valida finchè non verrà completato il plafond, tenendo conto che se dovessero esserci ulteriori richieste, questo plafond potrà essere via via integrato. Non c’è dunque una scadenza temporale per aderire, anche perché con l’ultimo Dpcm è chiaro che stiamo un po’ tornando indietro”.

A tal proposito, cosa cambierà a Zero Branco?

“Qui non abbiamo alcuna situazione che verrà modificata strutturalmente dal nuovo decreto, non abbiamo problemi di movida o di assembramenti. L’unica cosa che in qualche modo cambierà è legata alla realizzazione di eventi e altre attività: alcune feste che negli anni avevamo strutturato quest’anno sono state bloccate, come la Festa delle Zucche del 31 ottobre. Quanto ai Mercatini di Natale, è ancora tutto in forse. L’impatto del decreto è infatti più legato a momenti di socialità, ma tutto ciò che è possibile fare rispettando il Dpcm, noi lo porteremo avanti”.

Quali progetti restano dunque attivi e quali no?

“Avevamo sviluppato un’iniziativa relativa alla distribuzione di borracce nelle scuole per la riduzione dell’utilizzo della plastica, ma l’abbiamo momentaneamente sospesa. In compenso, stiamo riprendendo le fila con Legambiente per tutte quelle iniziative relative alla qualità dell’aria, come l’iniziativa “Lenzuola bianche”. Prossimamente inoltre avverrà la consegna degli alberi del progetto “Ridiamo un sorriso alla Pianura Padana” e alcuni verranno donati dai privati alla comunità di Zero Branco per la piantumazione nel Bosco urbano”.

Gaia Zuccolotto

Le più lette