Logo testata di vicenza

Home Padovano Padova Est Noventa Padovana, il falò della Befana si farà

Noventa Padovana, il falò della Befana si farà

Anche a Noventa Padovana l’anno che sta finendo è stato profondamente segnato dall’emergenza sanitaria che ci ha privato di feste, sagre, manifestazioni in piazza e mercatini: il 2021 però dovrà iniziare almeno con un segnale di buon auspicio.

Falò della Befana

Ecco perché la Proloco sta pensando di mantenere intatto l’appuntamento con la Befana e il tradizionale falò. “Non potremo ovviamente mettere in piedi un evento come negli anni scorsi, – spiega il presidente della Proloco, Dino Bozzato – non ci potrà essere infatti pubblico, né distribuzione di calze e dolcetti ai più piccoli. Non potremo fare assembramenti intorno al fuoco, ma faremo comunque il falò per bruciare simbolicamente le sventure dell’ultimo anno nella speranza di lasciarci tutto alle spalle e poter tornare a vivere come prima del Covid”.

Saltate infatti nel 2020 le principali manifestate organizzate da Comune e Proloco, dal Carnevale alla Festa del Redentore sul ponte del Piovego. Per non parlare della sagra del Folpo, non era mai successo che l’evento tanto atteso in paese venisse annullato completamente.

“Purtroppo anche le iniziative alternative organizzate insieme alla Confraternita del Folpo per tentare di mantenere almeno lo spirito di quelle giornate e dare una boccata di ossigeno ai nostri ristoratori si sono dovute fermare di fronte all’avanzare della seconda ondata di contagi – spiega ancora il presidente della Proloco di Noventa Padovana. Ora come ora non siamo in grado di fare previsioni, né di organizzare nulla per il periodo natalizio. Non potranno esserci mercatini in piazza, e solo quando l’emergenza sarà di nuovo rientrata potremo approntare un nuovo calendario di eventi”. A Natale sono comunque previste le tradizionali luminarie nella via principale, altro non si può fare. “La Befana però – conclude Bozzato – la vorremmo bruciare ugualmente, senza pubblico, ma proprio per chiudere i conti con un 2020 da dimenticare”. (e.cal.)

Le più lette