Home Trevigiano Quinto di Treviso: corsi di italiano per stranieri

Quinto di Treviso: corsi di italiano per stranieri

Arrivato l’accordo ufficiale tra Comune, parrocchia, Cpia e gruppo Caritas

Corsi di italiano per stranieri

Corsi di lingua e cultura italiana per stranieri nei locali della parrocchia di Quinto. Il Cpia “Manzi” di Treviso e il gruppo Caritas della parrocchia collaborano da diversi anni. E adesso è arrivato l’accordo ufficiale, che coinvolge anche il Comune di Quinto. La giunta del sindaco Stefania Sartori ha stanziato 1.800 euro per supportare le attività: 1.300 euro andranno alla Caritas di Quinto come rimborso per le spese di utilizzo degli spazi, comprese quelle per la sanificazione degli ambienti per l’emergenza coronavirus, e 500 euro sono destinati al centro provinciale per l’istruzione degli adulti “A. Manzi” di Treviso. Le lezioni si terranno nelle aule parrocchiali nelle mattine di martedì e giovedì, dalle 9 alle 11. Fino alla fine del prossimo mese di giugno, emergenza sanitaria permettendo.

Il Cpia metterà i docenti e il materiale. La parrocchia, invece, metterà a disposizione gli spazi e i servizi. Non è la prima volta che le sale della parrocchia di Quinto ospitano corsi di lingua per stranieri. Adesso si parla di italiano. Nel tempo, però, ci sono state anche lezioni di lingua kosovara e albanese in parrocchia. In particolare quelle tenute da Bajram Desku, 54enne del Kosovo immigrato nella Marca nel 2007 e stabilitosi in una casa poco distante dalla stessa chiesa.

“I bambini e i ragazzi che sono nati qui non sanno la lingua dei loro nonni – aveva spiegato Desku – dovessero tornare in Kosovo, non saprebbero nemmeno parlare”. Adesso tocca all’italiano. Si tratta comunque di due facce della stessa medaglia che punta sempre all’integrazione e al superamento di barriere che attraverso l’incomprensione possono sfociare nella diffidenza. Ancora una volta è proprio la scuola a rappresentare la chiave per andare oltre a tutte le paure. (ma.fa.)

Le più lette