Home Padovano Abano Terme: acquistare nei negozi di vicinato può aiutare le scuole del...

Abano Terme: acquistare nei negozi di vicinato può aiutare le scuole del territorio

L’istituto comprensivo invita le famiglie ad acquistare nei negozi del territorio: i commercianti riconosceranno un contrivuto per le scuole

Negozi di vicinato
Negozi di vicinato

L’istituto Comprensivo di Abano Terme (che include una scuola dell’infanzia, cinque scuole primarie e una scuola secondaria di I grado) sta per inviare una comunicazione alle oltre 1.000 famiglie dei suoi studenti, invitandole a fare acquisti presso i negozi del territorio che hanno aderito al circuito del Marketing Sociale di TreCuori: in seguito a questi acquisti infatti i rispettivi commercianti riconosceranno un contributo per la scuola o per altre non profit del territorio.

Un’idea semplice quanto efficace, sviluppata dalla società benefit TreCuori e già diffusa in altre aree del Paese, che permette alla scuola di ottenere contributi senza dover sostenere mai costi, ai negozi di prossimità di promuoversi senza dover mai sostenere costi fissi e alle persone di favorire negozi e non profit che stanno loro a cuore.

Il meccanismo è di facile utilizzo: i genitori – senza dover sostenere alcun costo – vedranno sull’app e sul sito TreCuori l’elenco delle attività che aderiscono al progetto e l’entità del contributo e della rispettiva soglia di spesa oltre cui lo riconoscono. Scegliendo questi negozi per i loro acquisti, superando la soglia di spesa e dichiarandosi consumatori TreCuori, riceveranno un voucher con un codice univoco che, registrato sull’app gratuita, farà pervenire il contributo alla scuola. Un sistema che tutti i genitori potranno già provare ancora prima di qualsiasi acquisto grazie ad un voucher per alunno messo a disposizione per ogni famiglia da TreCuori, per dare un primo aiuto alla scuola. L’iniziativa si sta sviluppando anche grazie al coinvolgimento dei Comuni di Montegrotto Terme e di Battaglia Terme, che con un’ottica di Distretto abbracciano il progetto nei rispettivi territori coordinati tra loro.

Un contributo fondamentale è stato quello delle Associazioni di Categoria, partner del Distretto Territoriale del Commercio rappresentative di commercianti e artigiani: infatti i referenti locali di Ascom Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna ed Appe in queste ore stanno informando di questa nuova opportunità i propri associati.

Coloro che si sono dichiarati interessati hanno ricevuto o riceveranno la visita del manager di distretto Giovanni Fontana per illustrare loro tutti i dettagli. Chi vorrà aderire sarà reso visibile da tutti gli utilizzatori dell’app TreCuori e si troverà così insieme alle attività già presenti.

“Partendo dal presupposto che la scuola necessita di contributi, ancor più in questo periodo – afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura del Comune di Abano Terme Cristina Pollazzi – questa iniziativa ha il doppio vantaggio di far arrivare al terminale ultimo, appunto la scuola, un contributo e, al tempo stesso, di dare visibilità alle nostre attività economiche di prossimità, ben consapevoli del costo della comunicazione pubblicitaria”.

Il marketing sociale è infatti per negozi, ristoranti, bar ed esercizi commerciali lo strumento ottimale per coinvolgere e fidelizzare la propria clientela senza dover sostenere alcun costo fisso, facendo contemporaneamente del bene al territorio.

Federico Franchin