Home Padovano Abano Terme: la “Città Invisibile” che si prende cura dei bambini, in...

Abano Terme: la “Città Invisibile” che si prende cura dei bambini, in tempi di lockdown

E’ rivolto ai minori di età compresa tra 6 e 12 anni e si struttura in un percorso di attività che mira a promuovere il benessere dei più piccoli, dal divertimento allo studio

La città invisibile
La città invisibile

Dopo la positiva esperienza della scorsa estate ritorna, a grande richiesta delle famiglie, partita lo scorso 25 gennaio, il progetto “Città Invisibile”, iniziativa messa in campo dall’Amministrazione comunale per permettere ad alcuni bambini di Abano Terme di vivere esperienze di socializzazione, soprattutto a seguito del periodo di lockdown.

Il progetto, che nella sua prima fase è riuscito a coinvolgere oltre 60 minori, dai 6 ai 12 anni, ha l’obiettivo di sostenere i nuclei più fragili e che con più difficoltà riescono a compensare all’interno della famiglia l’interruzione dell’attività scolastica e delle attività sportive e ricreative.

“L’Amministrazione Comunale, anche a seguito del questionario proposto alle famiglie sulla prima fase di attività che ha ottenuto riscontri molto positivi, ha deciso di iniziare un nuovo percorso di attività che vedrà coinvolti piccoli gruppi di bambini principalmente in uscite di scoperta del territorio, anche rafforzando il rispetto per l’ambiente naturale e consentendo loro di esprimere e potenziare la capacità di stare in gruppo, promuovendo il benessere personale” dichiara l’assessore ai Servizi sociali Virginia Gallocchio.

Inoltre saranno offerte ai bambini occasioni di conoscenza di alcune associazioni sportive e di volontariato presenti nel territorio, permettendo quindi di acquisire maggiore consapevolezza delle opportunità legate al tempo libero presenti nel contesto in cui vivono. Le attività si svilupperanno principalmente il venerdì pomeriggio e nella giornata di sabato, con possibilità di ampliarlo anche alla giornata della domenica, momenti in cui la gestione del tempo libero potrebbe rivelarsi difficoltosa per alcune famiglie. Verrà inoltre dedicato un ulteriore pomeriggio durante la settimana per il sostengo scolastico, considerata la necessità di rinforzare le abilità cognitive e di metodo di studio dei bambini, soprattutto in questo periodo in cui le attività didattiche presentano le note criticità.

Il progetto è rivolto ai bambini dai 6 ai 12 anni che frequentano la scuola primaria e la prima e la seconda media. Per informazioni è possibile contattare il numero 049.8245237.

“Una iniziativa che va a dare una risposta concreta al problema, soprattutto attuale, educativo dei nostri ragazzi – commenta il sindaco di Abano Federico Barbierato – La pandemia ha messo più in evidenza come vadano intrapresi certi percorsi da parte del Comune per mettere sulla retta via i nostri ragazzi”.

 

Federico Franchin