Home Padovano Padova Sud Albignasego abbatte le barriere architettoniche

Albignasego abbatte le barriere architettoniche

Il Comune di Albignasego avvia l’aggiornamento del Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, con la realizzazione di due attraversamenti pedonali per ipovedenti

Attraversamento pedonale

Si mantiene alta l’attenzione verso le persone con disabilità da parte dell’amministrazione di Albignasego, con investimenti e spese per centinaia di migliaia di euro per intervenire concretamente sull’eliminazione delle barriere architettoniche.

In particolare, due passaggi pedonali lungo le strade principali che attraversano il territorio comunale saranno dotati di un dispositivo acustico per gli ipovedenti. Tale dispositivo, da usare in abbinamento al pulsante pedonale, emette diversi segnali acustici attraverso i quali le persone con problemi di vista saranno in grado di capire se, e quando, attraversare la strada. Uno sarà installato in via Risorgimento, e l’altro in via Roma, in corrispondenza di piazza del Donatore.

“Si tratta di interventi previsti nel Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (Peba) – spiega il sindaco, Filippo Giacinti -. Il comune di Albignasego si è dotato fin dal 2007 di questo strumento, che al momento è in fase di revisione: sulla base di finanziamenti regionali appositi, è stato assegnato un incarico tecnico per l’adeguamento del piano. La rendicontazione è prevista per fine settembre, ma nel frattempo avvieremo un confronto con cittadini, comitati e associazioni per la loro valutazione e possibili integrazioni”.

All’interno del Peba sono elencati i lavori da eseguire per eliminare le barriere architettoniche negli edifici comunali e lungo i percorsi pedonali (marciapiedi e attraversamenti stradali). La gran parte degli interventi, in particolar modo all’interno degli edifici scolastici, è già stata portata a compimento.

“Negli anni – prosegue il sindaco Giacinti -, abbiamo realizzato anche alcuni interventi indicatici dai cittadini attraverso il numero watsup dedicato alle segnalazioni. Il rapporto stretto che abbiamo stabilito con i cittadini, attraverso le molteplici forme di partecipazione messe in campo, ci consente di conoscere le criticità e i bisogni delle persone e di intervenire per la loro risoluzione”.

Albignasego, barriere architettoniche: il Tavolo dell’inclusione per accogliere la diversità

Sono diverse, inoltre, le iniziative e i servizi che il Comune eroga alle persone disabili, mai interrotte nemmeno nel corso della fase di lockdown legata alla pandemia.

“Tutt’altro – precisa l’assessore al Sociale, Roberta Basana -, proprio nella fase di chiusura dei parchi, la scorsa primavera, grazie alla collaborazione con la cooperativa Solaris e l’associazione In-oltre abbiamo realizzato un progetto, autorizzato dalla Prefettura, per aprire prima degli altri, alle persone disabili, il parco Tosi, il nostro parco inclusivo con percorsi e strutture dedicate alla disabilità. I numerosi interventi, poi, che promuoviamo e organizziamo, nascono all’interno del Tavolo dell’inclusione, al quale partecipano i rappresentanti delle scuole di ogni ordine e grado, i referenti dell’Ulss, le parrocchie, le associazioni del territorio e la cooperativa Solaris.

Eva Franceschini