Home Veneziano Cavarzere Cavarzere: mascherine e vaccino, un po’ di chiarezza

Cavarzere: mascherine e vaccino, un po’ di chiarezza

Teorie complottiste, no vax, fake news: la dottoressa Ornella Mancin, responsabile del gruppo di Medicina Integrata di Cavarzere, ci aiuta in questa intervista a districarci fra le tante notizie che circolano

Ornella Mancin
Ornella Mancin

Teorie complottiste, negazionismo, masse di No-vax, virologi improvvisati: questa è solo una parte della violenta corrente che ha invaso – e pervaso – l’universo parallelo dei social network negli ultimi dieci mesi. Cosa credere? In chi credere? Come non farsi ingannare da informazioni senza riscontro e fondamento scientifico? La dottoressa Ornella Mancin, responsabile del gruppo di Medicina integrata di Cavarzere, ci ha aiutato a fare un po’ di chiarezza.

Covid a parte, perché la gente è ancora molto diffidente nei confronti dei vaccini?

“Questa contrarietà è nata in epoca moderna, dove in molti stanno bene e non ricordano i tempi bui quando di malattie infettive si moriva ancora in molti. Per tranquillizzare ancora qualche titubante: i vaccini non causano autismo, quella teoria è stata messa da parte, dopo non aver trovato alcun fondamento scientifico. Il vaccino è la nostra unica arma, è indispensabile per uscire da questa pandemia. Penso sia giusto penalizzare chi non lo fa, per esempio non permettendo di andare nei luoghi affollati dove potrebbe portare il virus o potenzialmente infettarsi, così da salvaguardare una sanità che è in sofferenza da più di anno.”

Qual è la teoria complottista No-vax più diffusa?

“Una delle numerose tesi è che le ditte farmaceutiche ci guadagnano. Ma non è vero, o meglio, non come si crede. Le ditte ci guadagnano di più a guarire rispetto che a fare vaccini. Il guadagno di un vaccino non è paragonabile alla vendita di un farmaco. C’è confusione, disinformazione unita a una forte perdita di fiducia nei confronti della scienza”.

Sta passando in sordina il virus influenzale. È meno pericoloso o presente rispetto gli anni scorsi?

“Abbiamo vaccinato molto in questo periodo (mesi di novembre-dicembre, ndr). Spero che si faccia meno sentire anche grazie all’utilizzo delle mascherine. Il beneficio che abbiamo per il covid ci aiuta anche contro l’influenza”.

Da un paio di mesi gente impaurita – e disinformata – contesta l’utilizzo di mascherine chirurgiche e mascherine ffp2. Vogliamo tranquillizzarli?

“L’utilizzo delle mascherine è uno dei modi più efficaci per rallentare la diffusione di questo virus. Non causano nessuna patologia irreversibile o problemi respiratori. Mettiamo queste mascherine! Anche se non è una metropoli, Cavarzere ha molti contagi, questo non va bene. Non viviamo concentrati, quindi sicuramente ci saranno stati atLa dottoressa Ornella Mancin Teorie complottiste, no vax, fake news: la dottoressa Ornella Mancin, responsabile del gruppo di Medicina Integrata di Cavarzere, ci aiuta in questa intervista a districarci fra le tante notizie che circolano teggiamenti scorretti. Sono continuate cene molto numerose tra amici, parenti, feste di compleanno, feste di laurea. Sino a segnalazioni di gente positiva o contatti stretti che escono nonostante sia vietato per legge. Gli atteggiamenti scorretti adesso li paghiamo. Ci sono situazioni che devono essere evitate. Dovrebbe essere il buon senso a farci capire cos’è giusto e cos’è sbagliato”.

Come pensa possano andare i mesi da marzo in poi?

“Spero possano migliorare. Con la primavera si riducono le cariche virali. Anche con il vaccino mi augurerei che facessimo un’estate più libera. Troppi sono stati e sono tutt’ora i problemi sanitari ed economici, ma non tralasciamo anche quelli psicologici”.

Samuele Contiero

Le più lette