Notizie
HomePadovanoCodevigo, al via la procedura per dare in gestione il Casone delle...

Codevigo, al via la procedura per dare in gestione il Casone delle Sacche

Codevigo cerca qualcuno a cui affidare in custodia il “Casone delle Sacche”: la Provincia di Padova ha pubblicato l’avviso, candidature fino al 1 febbraio

Codevigo
Codevigo

Prende il via la procedura per individuare un soggetto a cui affidare il “Casone delle Sacche” a Codevigo, nel cuore della Valle Millecampi. La Provincia di Padova ha pubblicato l’avviso che servirà a raccogliere manifestazioni di interesse verso una delle realtà più belle del territorio da far rivivere tramite iniziative didattiche, culturali, turistiche, sportive e altri eventi aperti ai cittadini.

“Parliamo di un luogo di grande fascino e ancora poco conosciuto – ha spiegato il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui – Il Casone risale alla seconda metà del secolo scorso ed è costruito nel rispetto della peculiarità di un’area valliva di immenso pregio ambientale. Per noi è un fiore all’occhiello che ci auguriamo possa attrarre interesse e nuove idee così da diventare un veicolo di rilancio turistico e culturale al termine della pandemia. Ricordo che Valle Millecampi è l’unico sbocco al mare della provincia di Padova e si presta a gite, visite, attività sportive e momenti di approfondimento dei tanti tesori nascosti nel nostro territorio. Per questo daremo priorità a progetti di valorizzazione che sappiano mettere insieme tutte le potenzialità di questo compendio”.

L’edificio, unitamente alla Cavana e all’area circostante, è stato completamente restaurato a fine degli anni ’90 e di recente ha subito anche un intervento di manutenzione straordinaria. L’immobile principale è costituito, al piano terra, dalla sala di accoglienza, dal centro di documentazione, da una sala riunioni e dalla biblioteca. Al primo piano è ospitato l’alloggio del custode.

“Il Casone delle Sacche e la Valle Millecampi sono dei gioielli che meritano una valorizzazione a 360 gradi – ha detto il sindaco di Codevigo Francesco Vessio – siamo a fianco della Provincia per far sì che i futuri gestori sappiano massimizzare la valenza dell’area quale polo rivolto alla didattica ambientale, alla formazione, all’attività sportiva e a un turismo sostenibile e di qualità. Vogliamo promuovere la conoscenza del patrimonio storico e culturale rappresentato da questo luogo, ma anche cercare di far sì che diventi un punto di aggregazione e di attività aperte ai nostri cittadini e alle associazioni del territorio”.

La concessione avrà una durata di un anno e non sarà tacitamente rinnovabile. Il gestore riceverà dalla Provincia la somma annua di 12mila euro per la manutenzione ordinaria e il servizio di custodia del complesso. La domanda di manifestazione di interesse dovrà pervenire entro il 1 febbraio. Tutte le informazioni e i dettagli sono pubblicati sul sito internet della Provincia di Padova o a questo link.

Le più lette