Home Padovano Da Montegrotto a Majur in Croazia: stufe, coperte, vestiti caldi per...

Da Montegrotto a Majur in Croazia: stufe, coperte, vestiti caldi per far fronte all’emergenza terremoto

I volontari hanno portato e distribuito agli abitanti delle varie frazioni 11 cucine economiche, 400 kg di pasta, vestiario invernale (giacconi, pantaloni e maglioni), prodotti per l’igiene personale, giocattoli e dolci per bambini

La consegna degli aiuti di Montegrotto alla Croazia
La consegna degli aiuti di Montegrotto alla Croazia

Come due amici che al momento del bisogno tornano a sentirsi e a darsi una mano: il rapporto tra il Comune di Montegrotto Terme tramite l’Auser e in particolare il Consigliere Comunale Silvio Nardo con le comunità della ex Jugoslavia è antico, risale agli anni Novanta e non si è mai interrotto. Proprio per questo, dopo il terremoto che  29 dicembre ha colpito la Croazia, l’amministrazione comunale, l’Auser sampietrino e l’Auser provinciale hanno raccolto l’appello per la richiesta di aiuti urgenti. Qualche giorno fa due mezzi del Comune sono partiti alla volta di Majur, comune croato di 1.400 abitanti a circa 10 km dall’epiceentro del terremoto. I volontari hanno portato e distribuito agli abitanti delle varie frazioni 11 cucine economiche, 400 kg di pasta, vestiario invernale (giacconi, pantaloni e maglioni), prodotti per l’igiene personale, giocattoli e dolci per bambini.

“Il territorio – spiega il consigliere Silvio Nardo di ritorno dalla missione, dove è anche stato intervistato dalla tv nazionale – era già stato distrutto nel corso del conflitto bellico degli anni Novanta. Ora, dopo la ricostruzione, questa nuova tragedia del terremoto, proprio nell’anno della pandemia. I cittadini sono molto provati e sono stati molto grati degli aiuti che abbiamo portato. Ci siamo ripromessi di tornare presto con nuovi aiuti”.