Home Breaking News Lo scontro tra la Lega e la Giunta di centrosinistra. Recaldin: “Piove...

Lo scontro tra la Lega e la Giunta di centrosinistra. Recaldin: “Piove primo comune veneto contro l’autonomia”

Recaldin: “E’ uno schiaffo alla democrazia dei veneti, alla loro volontà”. Gianella: “Non siamo contro, vogliamo un’autonomia di sostanza”

Comune Piove di Sacco

E’ scontro a Piove di Sacco fra la Lega e la Giunta di centrosinistra sulla questione dell’autonomia regionale. La Lega ha presentato nelle scorse settimane in consiglio comunale una mozione sul tema che non è stata approvata.

“E’ assurdo – dice Andrea Recaldin capogruppo della Lega in consiglio comunale – ma Piove di Sacco ha dichiarato di essere il primo Comune del Veneto contro l’autonomia. L’amministrazione di Piove di Sacco, infatti, ha votato contro la nostra mozione sull’Autonomia del Veneto. Uno schiaffo alla democrazia dei veneti, alla loro volontà, al loro grande desiderio. Prima che Roma, i nemici dell’autonomia sono coloro che tradiscono la volontà dei veneti”.

Recaldin, durante il consiglio comunale in diretta streaming, ha presentato la mozione che è stata bocciata.

“Oltre un’ora di discussione – spiega l’esponente della Lega – per cercare di convincere chi, però, aveva già deciso tutto. Con pretesti ideologici e tesi lunari, infatti, la maggioranza ha cercato di sostenere che il processo di riforma dell’autonomia del Veneto, così com’è, non andrebbe bene. Dimenticando che il percorso è stato validato dalla Corte Costituzionale già nel 2015. O sostenendo, assurdamente, che l’autonomia crea disparità in ambito sanitario, come se fossero una colpa dei veneti i buchi milionari delle sanità del sud. Si tratta di pretesti ideologici ante 1989, fuori tempo e fuori luogo, che però  certificano due cose: la prima, che Piove di Sacco è l’unico, ahinoi, Comune del Veneto a schierarsi contro l’autonomia della regione. La seconda, che a Roma purtroppo il Governo avrà vita facile a rinviare la riforma fino a che troverà alleati come l’amministrazione di Piove di Sacco che tradisce la volontà democratica dei veneti. Si sono accampate scuse sulle 23 materie in discussione che sarebbero troppe”.

Recaldin ha ribadito nelle settimane successive il voto in consiglio, l’esito del referendum regionale in cui i veneti si erano espressi a stragrande maggioranza per l’autonomia.

Il sindaco ha risposto alle accuse del capogruppo della Lega Recaldin.

“Nessun voto contrario sull’autonomia – spiega sui social il sindaco Davide Giannella – quanto invece una posizione ragionata per una vera e rapida autonomia di sostanza, e non un eterno scontro”. Anche l’assessora Paola Ranzato replica dai social  alla Lega. “È banale – dice – portare in consiglio comunale mozioni cariche di demagogia.

Il percorso dell’autonomia è complesso. Chiedere all’amministrazione di sollecitare affinché il processo dell’autonomia si concluda in tempi brevi è privo di senso ed i tempi brevi, in questo momento, mi par di capire non li stia cercando nessuno”.

Alessandro Abbadir

Le più lette