Home Rodigino Rovigo, record di iscritti al liceo Paleocapa

Rovigo, record di iscritti al liceo Paleocapa

191 nuovi iscritti: un numero che negli ultimi anni al Liceo Scientifico Paleocapa non si era mai visto. Questo è l’esito delle procedure di iscrizione che si sono concluse in tutta Italia l’altro giorno, il 25 gennaio, e che hanno premiato nuovamente l’istituto rodigino.

Studenti

Seguendo un trend che si sta imponendo ormai da qualche anno anche a livello nazionale, il Liceo scientifico del nostro capoluogo è infatti riuscito ad intercettare la richiesta crescente di un’istruzione scientifica. I dati del Ministero parlano chiaro: quest’anno a livello nazionale quasi il 27% degli studenti italiani ha scelto un liceo scientifico, che risulta quindi – e di gran lunga – la scuola preferita dai quattordicenni.

Una tendenza che trova conferma anche in Polesine. Negli ultimi anni il Paleocapa ha visto continuamente aumentare il proprio numero di classi prime: erano cinque nel 2015/16; poi sono diventate sei nel 2017/18; poi sette nel 2019/20. E quest’anno si sono però battuti tutti i record precedenti. Con i 191 iscritti, infatti, il Paleocapa ha fatto segnare un +21%rispetto all’anno scorso, un balzo in avanti che – in tempo di Covid e di didattica a distanza – pochi si aspettavano.

In particolare, molto bene sono andate le iscrizioni a tutti e tre gli indirizzi della scuola. Si conferma l’attrattiva dell’indirizzo Sportivo, ormai una solida realtà; continua l’ascesa dell’indirizzo delle Scienze Applicate, già da qualche tempo il preferito dei rodigini; e però fa registrare ottimi numeri anche l’indirizzo tradizionale, in ripresa netta rispetto a qualche anno fa.

Data la sospensione delle lezioni in presenza negli ultimi mesi, l’attività di orientamento è avvenuta quest’anno a distanza, tramite la piattaforma Google Meet che insegnanti e studenti utilizzano quotidianamente per le lezioni in DAD; e proprio l’abitudine a usare questi strumenti, oltre che il supporto di tanti studenti tutor che hanno risposto alle domande dei ragazzi di terza media, ha probabilmente fatto la differenza.

 

Le più lette