Home Padovano Ulss 6 Euganea, vaccini: dosi ridotte, rallentano le somministrazioni

Ulss 6 Euganea, vaccini: dosi ridotte, rallentano le somministrazioni

A partire da oggi diminuiranno le chiamate per le prime somministrazioni del vaccino anti-Covid: l’approviggionamento dei vaccini Pfizer è ridotto

Vaccini Pfizer Ulss 6 Euganea
Vaccini Pfizer Ulss 6 Euganea

L’Ulss 6 Euganea rende noto che, a causa dell’importante riduzione di approvvigionamento delle dosi di vaccino anti-Covid previste da parte della ditta Pfizer Biontech, da oggi lunedì 18 gennaio è costretta a rallentare le chiamate per la somministrazione delle prime dosi in questa fase, lo ricordiamo, riservate a personale sanitario degli ospedali e del territorio, operatori e ospiti delle case di riposo. Prioritario è infatti garantire la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, a partire dal VDay del 27 dicembre.

Le Regioni, e quindi le Ulss, non hanno facoltà autonoma di approvvigionamento, di conseguenza la capacità e la tempistica vaccinale dipendono in maniera stringente dai quantitativi di dosi che vengono assicurati. In condizioni di incertezza di fornitura da parte della Pfizer e di distribuzione tra le Regioni operata dalla Struttura Commissariale Governativa, risulta pertanto difficile pianificare la nostra campagna vaccinale che finora è continuata, come dimostrato, a spron battuto. L’Azienda socio-sanitaria sta comunque predisponendo l’organizzazione per proseguire la campagna vaccinale comprendendo gli operatori sanitari convenzionati e privati, i farmacisti, gli odontoiatri, anche in collaborazione con le strutture e i rispettivi Ordini professionali, fermo restando che la modifica degli approvvigionamenti impone, al momento, di rivedere l’organizzazione delle chiamate per la prima dose di vaccino e la distribuzione delle dosi.