Home Senza categoria Vigodarzere, linea ferroviaria elettrificata

Vigodarzere, linea ferroviaria elettrificata

È una delle tratte ferroviarie più frequentate con oltre 7 mila, in epoca pre Covid, fra pendolari e studenti.

Elisa Cavinato

Stiamo parlando della linea Padova-Bassano che ha visto l’inaugurazione del nuovo tratto elettrificato. Grande soddisfazione per questo importante evento che vede realizzato il progetto di avere treni più puntuali, confortevoli e sostenibili.

All’inaugurazione erano presenti il vicepresidente e assessore ai Trasporti del Veneto Elisa De Berti. Con lei il direttore regionale di Trenitalia Tiziano Baggio, i rappresentanti di RFI Francesca Perrone e Patric Marini e i sindaci dei Comuni interessati dall’infrastruttura. Per Vigodarzere, comune lungo la tratta Padova-Bassano, c’era anche il consigliere regionale Elisa Cavinato, già assessore comunale (nella foto qui sopra con due dipendenti di Rfi, entrambi di Vigodarzere: Federico  Marini, capotreno, e Tonino Mozzo, ex capotreno e oggi  tutor dei nuovi capitreno).

Dopo tre anni di lavoro e tre mesi di test finalmente hanno iniziato a circolare treni elettrici sostenibili, confortevoli e affidabili. “Questo si traduce in un servizio – ha detto Elisa De Berti -migliore, più moderno e puntuale grazie alla maggiore affidabilità. L’opera, costata 24 milioni di euro, rientra nell’ambito del finanziamento di 30 milioni complessivi per le varie tratte”. “L’obiettivo di Regione Veneto e RFI – aggiunge Elisa Cavinato, che a Vigodarzere aveva ricoperto l’incarico di assessore all’Ambiente – è rivoluzionare il trasporto su ferro, massimizzandone i vantaggi in termini di sostenibilità ambientale. Sono state eliminate le locomotive che consumavano 3 litri di gasolio a chilometro e al loro posto, oggi, circolano treni a emissioni zero”. (n.m.)