Notizie
HomeBreaking NewsA Legnaro una startup dona 800 euro per le famiglie colpite dal...

A Legnaro una startup dona 800 euro per le famiglie colpite dal Covid

La solidarietà si sta dimostrando più contagiosa del virus a Legnaro: con una donazione, una startup aiuta le famiglie in difficoltà

Solidarietà
Solidarietà

Una startup padovana, rappresentata da un cittadino di Legnaro, ha donato al Comune 800 euro che verranno tradotti in contributi a sostegno delle famiglie per il pagamento del canone d’affitto e delle utenze domestiche. L’impresa, in una lettera indirizzata al sindaco Vincenzo Danieletto, chiede di rimanere anonima.

“La nostra società ha deciso di restituire parte di un piccolo contributo che abbiamo ricevuto con il decreto “Rilancio” per destinarlo alla comunità di Legnaro per l’acquisto di beni di prima necessità per le categorie più deboli come, per esempio, i nostri anziani – scrive il referente dell’impresa, a nome anche dei suoi colleghi. – Ci piacerebbe rimanere anonimi perchè questo piccolo gesto lo facciamo con il cuore e non cerchiamo pubblicità. Non siamo una azienda ricca come ce ne sono tante in Italia ma, come dico sempre ai miei soci e collaboratori, siamo una startup povera di fondi ma ricca di idee”.

Questa è solo l’ultima storia di una solidarietà silenziosa ma particolarmente viva e attiva nella comunità di Legnaro. In pieno lockdown sono stati alcuni dipendenti dell’Istituto nazionale di fisica nucleare che ha sede in viale dell’Università a raccogliere fondi per le famiglie legnaresi in difficoltà a causa del Covid. Poi l’anonimo benefattore che ha fatto recapitare in Comune una busta con buoni spesa per un valore di 500 euro. Quindi l’associazione Lions club di Piove di Sacco che ha consegnato a Legnaro (e in altri Comuni della Provincia) tessere prepagate per un importo complessivo di mille per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità.

Le più lette