Notizie
HomeVenetoAttualitàA Vicenza stop ai diesel euro 4 e riscaldamento a 19° C

A Vicenza stop ai diesel euro 4 e riscaldamento a 19° C

Da martedì 23 febbraio 2021 scatta il livello arancione con le limitazioni aggiuntive alla circolazione per i veicoli privati diesel Euro 4.

Questa mattina l’Arpav ha comunicato che nel territorio comunale di Vicenza è stato raggiunto il livello di allerta arancione per il PM10, secondo quanto previsto dal nuovo Accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano.

Da martedì 23 febbraio, pertanto, e almeno fino al nuovo bollettino Arpav previsto per giovedì 25, in centro storico e nei quartieri della prima cintura urbana di Vicenza, tutti i giorni, festivi inclusi, dalle 8.30 alle 18.30, non potranno circolare i veicoli privati a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4; i veicoli commerciali a benzina Euro 0, 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3; i motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi non catalizzati, immatricolati prima dell’1/1/2000 e non conformi alla direttiva 97/24/CE.

Oltre al centro storico sono compresi nel blocco i quartieri di Laghetto, San Pio X, San Bortolo, Quartiere Italia, San Francesco, Sant’Andrea, San Lazzaro, Santa Bertilla, Villaggio del Sole, Santi Felice e Fortunato e parte dei quartieri della Stanga (lato San Pio X) e di Saviabona.

LE ECCEZIONI AI DIVIETI

Sono confermate le eccezioni in vigore lo scorso anno: potranno circolare i veicoli condotti da persone con Isee fino a 16.700 euro, da residenti over 65, i veicoli con almeno 3 persone a bordo. È stata inserita, inoltre, la deroga per i veicoli di chi assiste persone in isolamento fiduciario per il Coronavirus.

ELENCO COMPLETO DELLE ECCEZIONI E AUTOCERTIFICAZIONE

L’elenco completo dei veicoli che possono circolare e le specifiche per l’autocertificazione sono disponibili sul sito del Comune a QUESTO LINK

 

APERTI A TUTTI I PARGHEGGI DI INTERSCAMBIO

Tutti i parcheggi di interscambio, che permettono di arrivare in centro storico utilizzando il bus navetta (Bassano, Cricoli, Quasimodo), saranno sempre accessibili anche ai veicoli interdetti alla circolazione.

 

LE SANZIONI FINO A 664 EURO E POI RITIRO PATENTE

Per chi non rispetta le limitazioni alla circolazione è prevista una sanzione amministrativa da 164 euro a 664 euro. In caso di reiterazione della violazione nel biennio, scatta anche la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni. Inoltre, è vietato mantenere acceso il motore durante le soste e gli arresti superiori al minuto.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Comune di Vicenza QUI

Le più lette