lunedì, 17 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomeVicentinoVicenzaDalla Regione Veneto 18 milioni per i ristori alle imprese

    Dalla Regione Veneto 18 milioni per i ristori alle imprese

    Leaderboard

    Diciotto milioni per dare respiro alle imprese, stanziati dalla Regione Veneto con un bando e che sono destinati ai ristori per le attività dei settori maggiormente colpiti dagli effetti del Covid 19.

    Ristori Imprese
    Gianluca Cavion, Presidente Confartigianato Vicenza

    Il bando per i ristori  – sottolinea una nota di Confartigianato Vicenza – si chiuderà il 3 Marzo ed è rivolto alle aziende iscritte al registro delle imprese con una sede nel Veneto alla data della domanda e operanti nelle filiere individuate dai codici Ateco.

    Rientrano quindi nella misura le attività della filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie); ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi); filiera trasporti persone; filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluse le attività dello spettacolo viaggiante); filiera attività culturali e spettacolo; commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria ed esercizi all’interno di centri o parchi commerciali la cui attività è stata sospesa per effetto del DPCM 24 ottobre 2020 e successivi o delle successive ordinanze del Presidente della Giunta regionale del Veneto.

    Tutte le domande presentate in possesso dei requisiti saranno finanziate fino a esaurimento delle risorse disponibili. Le informazioni relative al bando saranno disponibili nell’home page del sito internet della Regione Veneto e nella pagina dedicata alle attività produttive.

    “Misure necessarie per ristorare le imprese”, la dichiarazione del Presidente degli artigiani vicentini

    “Si tratta di una misura che dà sostegno e respiro alle nostre imprese – commenta Gianluca Cavion, presidente degli artigiani vicentini – Non solo, questo bando è un segnale forte da parte delle istituzioni locali verso le aziende che tanto hanno dato al proprio territorio di appartenenza e che ora da quel territorio ricevono. Molti settori hanno pagato, alcuni più di altri, la pandemia e in parte la stanno ancora pagando. La preoccupazione è far ripartire quelle aziende nel miglior modo possibile mettendole nelle condizioni di tornare a produrre, fare business, a dar lavoro, a fare innovazione. La Regione ha messo sul tavolo questo bando, speriamo che altri comprendano l’importanza dell’artigianato per il nostro Paese”.

    Antonio Di Lorenzo

    Leaderboard

    Le più lette