Logo testata di vicenza

Home Breaking News Ex macello di Cavarzere: ora si cerca un gestore

Ex macello di Cavarzere: ora si cerca un gestore

L’ex macello torna a nuova vita: ultimati i lavori di sistemazione e svolta l’inaugurazione ufficiale a fine febbraio (in pieno rispetto delle regole anti-Covid), ora cerca un gestore che lo faccia diventare un punto di incontro tra generazioni, come da progetto della giunta comunale.

“Per i lavori questa amministrazione comunale si è impegnata finanziariamente per 900mila euro, finanziati con fondi ministeriali dei Patti Territoriali, mentre altri 90mila euro, sono stati serviti alla sistemazione del muro di cinta in pietra faccia vista, con fondi ministeriali a valere sulla Legge finanziaria 2020” fa sapere il primo cittadino Henri Tommasi.

Come spiega il sindaco Tommasi, l’immobile dell’ex monta equina – sottoposto a vincolo monumentale per le peculiarità architettoniche espressione dell’archeologia industriale dei primi del Novecento – è stato oggetto di un “radicale intervento di restauro conservativo volto alla valorizzazione e riqualificazione di un contesto urbano fino ad oggi degradato e in decadimento”. La struttura diventerà un punto di incontro della comunità, di relazioni sociali e di scambi culturali.

I dettagli del progetto

Il progetto, nel dettaglio, ha riguardato “il recupero funzionale dei box lungo la parete sud-est dell’edificio, a memoria dell’assetto distributivo storico in quanto un tempo adibiti al ricovero degli animali, che saranno destinati a sale espositive e uffici. Sempre al piano terra sono stati ricavati tre servizi igienici, di cui uno destinati ai diversamente abili. Considerata la particolare altezza del fabbricato, il progetto ha previsto la realizzazione di due nuovi locali al piano primo destinati a sala riunioni e uffici dotati, anche in questo caso, di un nuovo servizio igienico”.

Dal punto di vista della sicurezza, l’amministrazione ha adeguato la struttura a criteri antisismici e si è impegna per il suo recupero e risanamento. Inoltre, la copertura lignea esistente, le porte interne, i cancelli di chiusura dei box così come tutte le murature portanti in mattoni faccia a vista e gli elementi decorativi originali sono stati integrati. I lavori hanno riguardato anche la sistemazione e messa a norma di tutti gli impianti, così come l’installazione di un impianto fotovoltaico. Infine, sono ancora in corso i lavori di sistemazione e piantumazione dell’area verde, del parcheggio e del cortile.

Ex macello di Cavarzere: chi gestirà la struttura?

Ora che è tutto pronto, si tratta solo di trovare chi gestirà la struttura trasformandola nel “Centro di ritrovo socio-ricreativo per giovani ed anziani”. “Il progetto di gestione è rivolto a tutte le associazioni senza scopo di lucro operanti nel territorio comunale regolarmente costituite da almeno 5 anni e/o affiliate ad associazioni attive in ambito comunale anch’esse costituite da almeno 5 anni” fa sapere il Comune.

Particolare attenzione verrà riservata a progetti che includano anche lo sviluppo di ambienti a forte caratterizzazione digitale. Potranno essere aperti al suo interno un servizio di ristorazione e un’aula per la visione di intrattenimenti sportivi-ricreativi. La durata della concessione è dalla stipula del contratto fino al 31.10.2024.

Le più lette