Logo testata di vicenza

Home Vicenza La GdF sequestra macchinari tessili a cinesi per 340mila euro

La GdF sequestra macchinari tessili a cinesi per 340mila euro

Nei giorni scorsi si è svolta nella zona di Thiene un’operazione di polizia economico-finanziaria finalizzata al contrasto del fenomeno delle imprese “apri e chiudi” denominata “Cliché” da parte del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza.

Una situazione che si è sviluppata nell’ambito della produzione tessile: un sistema utilizzato per eludere le tasse in questo caso da amministratori di nazionalità cinese.

I militari, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Vicenza, hanno eseguito un’ordinanza del giudice per le indagini preliminari che ha disposto il sequestro e la confisca di macchinari tessili e altri beni per 340mila euro in tre ditte dell’Altovicentino intestate a cittadini orientali. Si tratta della somma pari all’imposta dovuta sulla base dell’omessa presentazione della dichiarazione di ricavi per 720mila euro e di IVA non versata per 153mila euro.

In comune le tre ditte (di cui due sarebbero inattive e i loro amministratori si sarebbero resi irreperibili) si sono passate in una sorta di staffetta sia i macchinari di produzione tessile, sia il pacchetto clienti: un elemento che ha insospettito gli inquirenti e ha fatto scattare le indagini. Le aziende che avevano chiuso e ceduto l’attività non hanno pagato le tasse e nemmeno saldato le scadenze IVA.

GDF in laboratori tessili cinesi

Le più lette