martedì, 28 Giugno 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomeBreaking NewsMartellago, al via l'iter per la nuova casa di riposo

    Martellago, al via l’iter per la nuova casa di riposo

    Banner edizioni

    A Martellago prosegue l’iter per la costruzione della casa di riposo, gli aggiornamenti forniti dall’assessore ai servizi sociali Silvia Bernardo in risposta alla minoranza

    Martellago
    Martellago

    Arrivano aggiornamenti sul percorso che porterà alla nascita della casa di riposo di Martellago. A fornirli è stata l’assessore ai servizi sociali Silvia Bernardo, che in consiglio comunale ha risposto a un’interrogazione con cui la minoranza, per voce della consigliera Erika Fusaro, chiedeva quale fosse lo stato dell’arte riguardo l’acquisto dell’area, l’iter per l’ottenimento delle impegnative di residenzialità e i tempi di realizzazione.

    Ad aggiudicarsi i lavori per la costruzione del centro anziani era stata qualche mese fa Numeria Sgr Spa, in collaborazione con il Gruppo Gheron e la cooperativa Med Services, spuntandola su altre due società interessate.

    Casa di riposo, cos’ha fatto finora Numeria

    Da allora, ha spiegato l’assessore, Numeria ha già acquisito la disponibilità dei 9 mila metri quadrati di terreno in via Friuli dove sorgerà la struttura. Per quanto riguarda le impegnative di residenzialità (contributi economici che la Regione accorda alle case di riposo per ogni ospite) l’iter è in corso.

    Il primo incontro è stato un tavolo di lavoro tenutosi a gennaio, con la presentazione del progetto per la casa di riposo a Martellago, e la proposta di inserimento nel cosiddetto piano di zona.

    Ed ora lo step successivo

    “Il passaggio successivo – ha informato Bernardo – è l’acquisizione del parere da parte del comitato dei sindaci” e in seguito dalla conferenza dei sindaci dell’Ulss 3, che si riunirà verso fine febbraio”. Ma non solo. “A marzo parte la programmazione regionale: definiti i piani di intervento, le proposte e l’unità di offerta, passati dai tavoli ai comitati alle conferenze dei sindaci, vengono presentati in Regione. Si avvia la programmazione regionale, che dovrà tenere conto delle proposte, dell’unità di offerta, delle esigenze del territorio e programmare le impegnative di residenzialità”.

    Casa di riposo, la durata dei lavori

    Infine, per quanto riguarda la durata dei lavori di realizzazione della struttura, che dovrebbe disporre di 120 posti letto e di un centro diurno, si prevede un intervento abbastanza rapido: “La società ha dichiarato che è possibile edificarla in 12-15 mesi- ha riportato l’assessore. Tuttavia mancherà ancora uno step per vederla entrare in funzione: “Poi c’è la fase dell’accreditamento regionale – conclude Bernardo – che esula dalle nostre capacità di indicare una durata temporale. Naturalmente si spera che sia il più breve possibile, sono dei controlli che per legge devono essere svolti prima che la struttura possa essere dichiarata operativa”.

    Carlo Romeo

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni

    Le più lette

    Banner edizioni