Home Padovano Camposampierese Est Massanzago, la sicurezza stradale prima di tutto

Massanzago, la sicurezza stradale prima di tutto

Grande attenzione alla sicurezza stradale nei programmi messi a punto nel prossimo triennio dell’amministrazione comunale di Massanzago. Interventi che partiranno già nel corso dei prossimi mesi e riguardano i tratti in cui negli ultimi anni sono avvenuti i maggiori incidenti.

Stefano Scattolin
Stefano Scattolin

Appena realizzati i tratti di ciclabili verso Fossalta di Trebaseleghe, nella frazione di Sandono e una rotatoria nella frazione di Zeminiana, nei giorni scorsi il consiglio comunale ha approvato importanti investimenti. Gli investimenti in questione si collocano all’interno del documento di programmazione triennale 2021 – 2023.

L’intento dell’amministrazione comunale è proprio quello di agire in continuità con quanto già investito negli ultimi anni per ampliare la rete di piste ciclabili, i passaggi pedonali, l’illuminazione pubblica lungo le principali arterie stradali.

Gli interventi programmati riguardano prioritariamente incroci e tratti stradali in cui negli anni si è avuta maggiore incidentalità, con feriti gravi e anche con la morte di alcune persone.

Una rotatoria e la ciclabile Noale-Camposampiero

Nel 2021 è previsto l’inserimento di una rotatoria all’incrocio tra le due provinciali Sp 31 ed Sp 34 tra Villa Baglioni, sede municipale, e la chiesa di San Pio X.

Il progetto è in avanzata fase di definizione per il parere della Sovrintendenza, e prevede una spesa di 250mila euro, con il contributo della provincia di Padova di 97mila euro. Con l’intervento è previsto anche il miglioramento del passaggio pedonale antistante l’oratorio, punto ritenuto alquanto pericoloso.

Prosegue nel contempo con la Federazione dei Comuni del Camposampierese l’iter progettuale per il completamento del percorso ciclabile che unisce Noale a Camposampiero attraverso Massanzago. I tratti interessati riguardano via Rinaldi, vi Ca’ Moro e via Straelle, dove verrà contestualmente posata la condotta della rete fognaria a carico di Etra. Il costo dell’intervento si aggira intorno ai 400mila euro, dei quali poco meno della metà arrivano da un contributo statale. Per fine anno è previsto l’appalto dei lavori che verrebbero eseguiti nel 2022.

Gli interventi sulla viabilità comunale

Altri interventi previsti riguardano la viabilità comunale, come la messa in sicurezza dell’incrocio tra via Fracalanza e via Padovane, nonché il miglioramento della percorribilità pedonale e ciclabile degli argini del Muson Vecchio. Vi sarà un collegamento tra frazioni e capoluogo e anche tra l’area del Camposampierese ed il territorio del Veneziano, terre ricche di belle opere quali mulini, ville veneziane, e patria del Tiepolo.

Questi progetti interessano anche il Consorzio Acque Risorgive che ha in uso i tratti arginali per le previste manutenzioni.

C.R.

Le più lette