Logo testata di vicenza

Home Padovano Bassa Padovana Oasi della Restara, Este: interviene Legambiente

Oasi della Restara, Este: interviene Legambiente

Este, per l’oasi della Restara Legambiente chiede più cura e manutenzione al Comune

Oasi della Restara
Oasi della Restara

L’oasi della Restara è uno dei polmoni verdi della città. Per questo, il circolo atestino di Legambiente a metà gennaio ha scritto all’amministrazione per segnalare lo stato di incuria in cui versa il parco pubblico, frequentato in tutte le stagioni da moltissimi amanti delle passeggiate e dell’esercizio fisico all’aria aperta. Edera infestante che rischia di soffocare gli alberi, ramaglie nel sottobosco, cestini pieni di rifiuti e discariche interrate come quella scoperta a inizio gennaio dai “Rancura scoasse”, un gruppo di giovani volontari. Per non parlare delle pessime condizioni di panchine, bacheche e cartelloni illustrativi.

Le richieste che l’associazione ambientalista ha avanzato al Comune sono ben precise: estirpare l’edera infestante, asportare rami, sterpi e tronchi secchi, riparare gli elementi di arredo, eliminare i cestini lungo la pista ciclabile lasciando soltanto quelli alle due estremità del sentiero e sostituire i dieci pannelli ormai illeggibili.

Legambiente tende la mano al Comune

Legambiente, che si è sempre prodigato per la valorizzazione dell’area fin dalla sua istituzione, ha già fatto la sua piccola parte sostituendo le mappe deteriorate. Il circolo si offre anche di dotare le dieci bacheche di nuovi cartelloni e di stendere la vernice impregnante sugli elementi d’arredo, a patto che il Comune fornisca l’occorrente. L’associazione insomma ha teso la mano, disposta a contribuire alla cura dell’oasi.

(m. e. p.)

Le più lette