Notizie

Logo testata di vicenza

HomeRodiginoAdriaOpere pubbliche ad Adria: in arrivo investimenti

Opere pubbliche ad Adria: in arrivo investimenti

L’assessore Marco Terrentin fa il punto sulle opere pubbliche ad Adria. Il costo dei lavori portati avanti in questi mesi è di tre milioni e 500mila euro e sono “in arrivo investimenti per rendere la città sempre più vivibile”

Il teatro di Adria
Il teatro di Adria

Tre milioni e 500mila euro di opere pubbliche per la città: è il bilancio tracciato dall’assessore ai Lavori pubblici e all’Urbanistica Marco Terrentin, che ha annunciato anche alcune delle azioni future per migliorare la città etrusca.

“L’ambizione – spiega Terrentin – è di rendere Adria una città più vivibile e alla portata di cittadino. Un’operazione che va di pari passo con gli interventi di potatura delle piante e di asfaltatura. Quanto alla rigenerazione urbana, abbiamo iniziato con l’eliminazione di alcuni edifici chiusi e in stato di degrado”.

Opere pubbliche ad Adria: la riqualificazione degli edifici comunali

“In questo contesto – continua l’assessore -, si inserisce la riqualificazione degli edifici comunali per 300mila euro, eseguita alla sala Cordella, il circolo dei Signori e palazzo Cordella, riadibiti a nuovi usi. Altro luogo di cultura interessato da lavori strutturali – ha continuato l’assessore – è stato il teatro comunale con la sistemazione del manto di copertura e della riqualificazione energetica, che ha interessato anche la sala Caponnetto e la scuola Vittorino da Feltre. A questi si aggiunge la manutenzione generale delle scuole e del patrimonio pubblico per altri 300mila euro”.

La pianificazione del verde paesaggisitico e il piano antenne

“In fase di definizione sono i lavori di pianificazione del verde paesaggistico, mentre in conclusione i lavori per la ciclabile di Valliera – aggiunge -. Per quanto riguarda il settore urbanistica, contiamo entro quest’anno di poter definire il Piano degli Interventi e andremo avanti con il Peba (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche). È stato approvato il regolamento manufatti leggeri, ed è stata effettuata la pulizia straordinaria dei fossi. Sarà poi incentivata la ristrutturazione senza compromettere l’estetica del centro storico, per la quale abbiamo abbassato il grado del vincolo di costruzione”.

“Abbiamo anche approvato il regolamento del piano delle antenne – conclude -. Stiamo districando la questione di corte Guazzo che contiamo di risolvere a breve, come abbiamo fatto per la ciclabile di Amoraletta.Ci siamo attivati per la messa in sicurezza dei ponti. Nel contempo sono in fase di aggiudicazione i lavori di riqualificazione dell’ex scuola Anna Frank e dell’area sosta Camper. Tra le opere in programma sono in fase di elaborazione i bandi per la piscina comunale e per l’affidamento dell’edificio ex socialisti di piazza Merlin. La sistemazione con riqualificazione energetica degli edifici scolastici, la sistemazione del cimitero e della biblioteca di piazza Bocchi”, conclude Terrentin.

Le più lette