Logo testata di vicenza

Home Vicenza Vicenza, Ciambetti a capo dei presidenti dei Consigli regionali d’Italia

Vicenza, Ciambetti a capo dei presidenti dei Consigli regionali d’Italia

La carica torna nel Veneto dopo quasi trent’anni

Roberto Ciambetti è il nuovo coordinatore della Conferenza dei presidenti delle assemblee legislative regionali e delle provincie autonome italiane. Il presidente del Consiglio regionale del Veneto è stato eletto con voto unanime a Roma dall’Assemblea plenaria della Conferenza dei presidenti delle assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome che si è tenuta nella sede del Consiglio regionale del Lazio. Dopo una trentina d’anni questa carica ritorna in Veneto. Ciambetti presiederà la Conferenza, come prevedono le norme statutarie, per trenta mesi.

L’assemblea poi ha eletto i vice Coordinatori, che affiancheranno Ciambetti nel suo incarico, Emma Petitti (presidente dell’assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna) e Piero Mauro Zanin (presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia). La conferenza ha dato mandato a Ciambetti di intervenire con il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e la ministra Maria Stella Gelmini, affinché venga posta particolare e sollecita attenzione ai ristori per le attività economiche nelle cosiddette zone arancioni nonché è stato chiesto di sviluppare un’azione congiunta con i presidenti delle Regioni, per affrontare la situazione epidemiologica ed economica in atto.

“Il voto unanime dimostra che c’è bisogno di un’azione comune per rilanciare il sistema economico”

“Il voto unanime – ha dichiarato Ciambetti – con cui mi è stato affidato questo incarico è più che significativo e credo dimostri, innanzitutto, il bisogno di una azione comune in questa fase in cui dobbiamo superare l’emergenza pandemica e porre le basi per il rilancio del sistema economico e sociale italiano evitando tensioni sociali e salvaguardando i posti di lavoro”. “L’ultimo veneto a ricoprire questo ruolo, una trentina d’anni or sono, fu Umberto Carraro – ha spiegato Ciambetti – e sono conscio delle aspettative che sono state riposte in me: la situazione, sia sul fronte della pandemia come in quello dell’economia, è delicatissima e richiede il massimo impegno comune. I dati sulla pandemia non lasciano presagire nulla di buono e dobbiamo tutti essere consci della gravità della situazione. Come mi è stato chiesto mi attiverò immediatamente con il governo per accelerare al massimo i ristori e contestualmente cercherò di sviluppare una azione comune con i presidenti delle giunte regionali”.

 

Le più lette