Logo testata di vicenza

Home Veneziano Cavarzere Cavarzere, amministrative: Lega e Fratelli d’Italia si presentano uniti

Cavarzere, amministrative: Lega e Fratelli d’Italia si presentano uniti

Lega e Fratelli d’Italia insieme alle amministrative di Cavarzere. Siglato il primo importante accordo per unificare il centro destra

Con molto orgoglio, e a valle di una fitta serie di incontri che da mesi vedono impegnate le segreterie politiche e gli esponenti rappresentativi del centro-destra, il Segretario della Lega Cavarzerana, Marco Grandi e la coordinatrice di Fratelli d’Italia, Michela Folli, annunciano l’intesa raggiunta dai rispettivi partiti per le prossime elezioni amministrative comunali.

“E’ l’esito un percorso naturale che ha visto le due compagini politiche avvicinarsi molto nel quinquennio appena passato, condividendo ideali comuni e un progetto politico locale che ha portato alla condivisione della candidatura a Sindaco di Pierfrancesco Munari, attuale capogruppo Lega in Consiglio comunale”.

Un accordo dall’impatto positivo

Grandi e Folli sono unanimi nell’evidenziare la portata di questo accordo e l’impatto positivo che potrà dare per una accelerazione importante nel chiudere in tempi brevi la partita con tutte le anime del centrodestra; proseguono infatti gli incontri con le altre segreterie e con gli esponenti della attuale minoranza per arrivare alla definitiva convergenza sui punti programmatici da presentare alla cittadinanza e definire gli ultimi dettagli dell’accordo politico. Siamo confidenti che arriveremo a presentarci agli elettori con un’unica lista rappresentativa del centrodestra, popolata da persone volenterose e competenti che possano risollevare Cavarzere dagli abissi, continuano Grandi e Folli, rimarcando l’inadeguatezza dell’attuale amministrazione che in questi ultimi mesi, ancor di più, sembra sparita lasciando definitivamente allo sbando un territorio devastato da 10 anni di cattiva amministrazione targata Tommasi e sinistra.

La crisi del tessuto economico a Cavarzere

“Il tessuto economico sociale è in grave crisi, i servizi sono allo sbando soprattutto per la nostra popolazione anziana, i giovani non hanno alcuna prospettiva e alcun incentivo a ripopolare e frequentare Cavarzere”- tuonano i segretari-  e l’amministrazione non ha fatto e non sta facendo nulla se non aspettare tragicamente il decorso del tempo e sperperare in questi ultimi mesi risorse per qualche intervento puramente da campagna elettorale.

Sicuramente la stabilizzazione dei servizi della Cittadella Socio Sanitaria, l’avvio dell’iter del processo di fusione con il comune di Cona, il piano “Marshall” per la residenza popolare, il tema sicurezza e la lotta al degrado cittadino saranno dei temi fondamentali che troveranno spazio nel programma elettorale condiviso, in corso di stesura e che in breve tempo presenteremo agli elettori.

L’avvallo dei segretari provinciali per l’accordo tra Lega e Fratelli d’Italia

Abbiamo ottenuto pieno mandato e l’avvallo dei nostri rispettivi segretari provinciali, il Vicesindaco di Venezia Andrea Tomaello per la Lega e il consigliere comunale di Jesolo Lucas Pavanetto per Fratelli d’Italia, che hanno ben compreso la bontà del progetto per il rilancio di Cavarzere e che hanno garantito il massimo supporto per avere sempre un canale diretto con la Regione, avere a disposizione del territorio gli amministratori competenti ed essere presenti ai tavoli dove si decidono le sorti del nostro territorio, quei tavoli sempre preclusi o disertati dall’attuale amministrazione.

Pur nell’ormai certezza che le elezioni slitteranno a causa della pandemia a dopo l’estate – chiosano i segretari – abbiamo voluto dare sin da ora un segnale forte di unione di intenti al fine di farci trovare pronti per la prossima sfida elettorale.

Sono già in programma delle uscite congiunte delle due compagini politiche nel territorio per ascoltare la cittadinanza ed esporre i punti programmatici, sempre nel pieno rispetto delle prescrizioni vigenti e si aspettano gli sviluppi sanitari per la programmazione della campagna elettorale.

Le più lette