Logo testata di vicenza

Home Veneziano Chioggia Chioggia, amministrative: Energia Civica si presenta alla città

Chioggia, amministrative: Energia Civica si presenta alla città

Energia Civica, il movimento che vede molti attivisti del comitato No Gpl, si presenta alla città di Chioggia, in vista delle elezioni amministrative. Il programma si articolerà su 5 direttrici: sviluppo, sostenibilità, innovazione, partecipazione, organizzazione

Energia Civica

Si presenta ufficialmente alla città Energia Civica, l’iniziativa civica che correrà alle prossime Amministrative, nata per dare un’alternativa alla cittadinanza ai classici partiti politici. In realtà, sembra che il gruppo, che vede al proprio interno la partecipazione di parte degli attivisti del Comitato No Gpl, nelle intenzioni tenga le porte ben spalancate a tutti i soggetti che vogliano partecipare al perseguimento degli specifici obiettivi che verranno posti.

Le cinque direttrici principali del programma

Si ragiona al tempo futuro prossimo perché il programma è in fase di stesura, ma il portavoce Roberto Rossi anticipa che sono state individuate cinque direttrici principali: sviluppo, sostenibilità, innovazione, partecipazione, organizzazione. Non sono pochi i cittadini che si sono interrogati sulle motivazioni che hanno spinto Roberto Rossi a intraprendere questa nuova esperienza. Non perde tempo in conferenza stampa lo stesso Rossi a chiarire che “nell’ultimo incontro in Comitato No GPL con i rappresentanti delle categorie economiche legate al turismo, è stata pensata l’idea di poter costituire comitati specifici che si occupino dei problemi della città. Abbiamo ritenuto a margine di quest’ultima riunione che per ottenere un risultato con lo status di Comitato l’energia che si spende è davvero elevata; forse valeva la pena di tentare un percorso civico e lanciare tutta una serie di questioni irrisolte per la città con i cittadini”.

Energia Civica e l’impegno per la gestione del declino della città

Attualmente attorno al gruppo gravitano circa una quarantina di persone, impegnate a vario titolo. In merito alle modalità di operare lo stesso Rossi specifica che “nel percorso della politica adotteremo lo stesso metodo usato con il Comitato: si lancia un progetto in maniera trasversale rivolto ad associazioni, cittadini, partiti che vogliono aderire all’idea”.

Uno dei punti cardine su cui verterà la campagna elettorale di Energia Civica sembra essere la gestione del declino della città, che a causa di costi insostenibili per l’acquisto di una casa e le poche opportunità di lavoro portano tanti giovani a lasciare la città. La perdita chiaramente non è solo numerica, ma soprattutto culturale.

Le carte restano comunque parzialmente coperte in merito all’ eventuale candidatura di un esponente del gruppo al ruolo di primo cittadino. Alla luce anche delle attuali dinamiche politiche nazionali, si ragionerà sui programmi, senza preclusioni e diktat di sorta.

Luca Rapacciuolo

Le più lette