Logo testata di vicenza

Home Padovano Conselvano Conselve, è polemica sulla fine dei lavori alla scuola media Tommaseo

Conselve, è polemica sulla fine dei lavori alla scuola media Tommaseo

Conselve. Polemica sulla fine dei lavori alla scuola media Tommaseo: il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo chiede la piena agibilità della struttura

Un cantiere sofferto, accompagnato ora da una lunga e vivace coda di reazioni e prese di posizione polemica. I lavori di adeguamento antisismico alla scuola media “Tommaseo” e soprattutto la loro conclusione sono al centro della discussione che coinvolge anche la dirigenza scolastica dell’Istituto Comprensivo di Conselve. A fine febbraio il dirigente Massimo Bertazzo ha scritto, per la nona volta, al Comune chiedendo tempi certi sulla definitiva conclusione dei lavori, tutti i documenti necessari e anche un indennizzo per le spese extra della scuola. Ma c’è da fare presto ormai, altrimenti, rincara il dirigente, “se non avremo subito a disposizione l’aula informatica non potremmo tenere le prove Invasi mettendo così a rischio anche gli esami di terza media. Ma il Comune getta acqua sul fuoco e, per bocca del vice sindaco, garantisce che non vi sarà alcun intoppo per le attività scolastiche. (continua a leggere dopo la gallery)

Bertazzo: “Siamo senza rete WiFi”

Dal canto suo Bertazzo ribadisce le criticità: “Siamo senza rete WiFi intera, smantellata durante la ristrutturazione, nelle aule per il ricevimento settimanale on line dei genitori è necessario anche il ripristino degli access point. Chiedo anche la verifica del funzionamento dell’allarme, non funzionante al plesso sud. Ricordo solo che l’autunno scorso, a causa di questo, ci sono stati rubati i computer portatili delle Lim e 25 tablet nuovi”. Bertazzo chiede inoltre di  I riavere la cassaforte d’istituto, obbligatoria per le prove di esame, il ripristino della parete divisoria al plesso sud, in fondo al corridoio del primo piano, insieme al risarcimento di circa 8 mila euro di spese sostenute dalla scuola per lo spostamento di server e lim. Una cifra che, se dovesse essere sostenuta solo dall’istituto, comprometterebbe gli acquisti di materiali per tutti gli altri plessi.

La denuncia dei consiglieri M5S

In consiglio comunale Tamara Lazzarin del Movimento 5 Stelle ricorda che “a fronte di un bilancio in attivo di oltre 200.000 euro il Comune di Conselve si dimostra il meno attento verso i bisogni della scuola pubblica e dei ragazzi. Lo scorso anno ha contribuito con soli 3.000 euro alle esigenze di una popolazione scolastica di circa mille studenti.  Altri comuni limitrofi, ben più  piccoli hanno versato più del doppio della cifra”.

Andrea Zanetti sottolinea “il chiaro segno di disinteresse e noncuranza verso la scuola. Ora ci aspettiamo dall’amministrazione un preciso piano e programma di lavori”. Beniamino Benetazzo esprime solidarietà al dirigente scolastico e chiede “al sindaco e vice sindaco di fornire con urgenza le risposte e la documentazione richiesta per mettere fine a questa vicenda incresciosa”. A rispondere è il vice sindaco Antonio Ruzzon, rassicurando che tutto si sistemerà: “preferisco non prendere parte alle polemiche ma concentrami sul concreto. I lavori alla scuola media sono conclusi da tempo e sono in corso solo le ultime rifiniture. Voglio tranquillizzare anche il dirigente scolastico sul fatto che tutto sarà pronto per consentire il regolare svolgimento delle attività didattiche”. (n.s.)

Le più lette