Notizie
HomeVenezianoRiviera del BrentaDolo ottiene il titolo di “Città che legge”

Dolo ottiene il titolo di “Città che legge”

Importante riconoscimento da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (ora Ministero della Cultura) che ha conferito a Dolo il titolo di “Città che legge”. Il riconoscimento è il frutto delle numerose attività di promozione alla lettura svolte in questi anni dal Comune in collaborazione con scuole, librerie e associazioni.

Chiaramente soddisfatto l’assessore alla Cultura Matteo Bellomo: “il 2020, da poco concluso, è stato un anno particolare, segnato dall’emergenza sanitaria che ha rallentato e ridotto i numerosi eventi culturali che erano in programma. Ciononostante la biblioteca, grazie ai suoi spazi esterni, non ha rinunciato a promuovere la cultura a 360 gradi: i bambini sono stati vivaci protagonisti delle letture animate e degli incontri dedicati all’arte; il pubblico adulto ha potuto partecipare ad alcune rappresentazioni teatrali e al festival letterario incontrando gli autori.

Mantenere viva la voglia di produrre cultura

Ciò che si è riusciti a fare, ha consentito di mantenere viva la voglia di produrre cultura e di crescere insieme come comunità, che da tempo contraddistingue “Dolo Città Gentile”. ”Abbiamo – ha aggiunto Bellomo – anche arricchito l’offerta libraria ricorrendo al Finanziamento del Fondo emergenze imprese Mibact per il sostegno della filiera dell’editoria libraria: grazie all’istanza presentata, la nostra biblioteca ha implementato il proprio patrimonio con oltre 700 nuovi volumi, con spesa interamente ristorata dal Ministero. Sono ancora tanti i libri per tutte le età in via di catalogazione in Villa Concina: dai grandi classici alle ultime novità, dai fumetti agli albi illustrati, fino,naturalmente, ai romanzi. Abbiamo scelto di destinare gran parte del fondo per la sezione ragazzi: negli ultimi anni, infatti è cresciuto esponenzialmente il numero di bambini e giovanissimi (fascia 0-14 anni) che frequentano la biblioteca e usufruiscono dei suoi servizi”.

I servizi della biblioteca di Dolo

La biblioteca è attiva con tre servizi principali, quello riservato agli studenti con 18 postazioni per lo studio individuale, con il servizio internet utilizzabile attraverso le due postazioni fisse e con il prestito librario, servizio soltanto con i “libri da asporto”: e riconsegna (i volumi poi saranno sottostare a un periodo di “quarantena” prima di essere rimessi a scaffale e in circolazione) e il ritiro dei volumi sarà possibile solo su prenotazione, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13 e dalle 15 alle 18.30.

Lino Perini

Le più lette