lunedì, 17 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomeRodiginoE' di Rovigo il campione italiano Master di SuperG

    E’ di Rovigo il campione italiano Master di SuperG

    Leaderboard

    Cortina d’Ampezzo, la perla delle Dolomiti venete, il mese scorso ha ospitato i campionati del mondo di sci alpino. E proprio con un club cortinese, lo Sci Club Drusciè, il 49enne di Rovigo Carlo Degli Esposti, uno degli sciatori più talentuosi della provincia, si è laureato campione italiano Master di SuperG.

    Carlo Degli Esposti, il campione di Rovigo

    Sulle piste dell’Abetone in provincia di Pistoia, Degli Esposti che è tesserato con il Druscié di Cortina d’Ampezzo, ha messo in fila tutta la concorrenza. Suo, dunque, lo “scudetto”, ottenuto precedendo di 18 centesimi Fabrizio Gerosa e di 1″74 Diego Dolfi.
    “Sono molto soddisfatto – dice Degli Esposti -, sono state manche molto combattute e il livello era alto. Oltretutto non ero nella massima condizione fisica, ma tutto è andato per il verso giusto”.

    I mondiali in televisione

    Hai seguito i mondiali di Cortina? “Sì, ovviamente in televisione. Molti tecnici del mio sci club, il Drusciè di Cortina, sono stati direttori di gara in alcune specialità ed impegnati nella rassegna iridata. È  un peccato non aver potuto  esser presenti, ma l’accesso a Cortina è stato praticamente impedito per via del virus, e nella conca ampezzana hanno creato una specie di bolla che ha tutelato tutti. Un mondiale ovviamente diverso, non essendoci il pubblico, non essendoci feste ed eventi collaterali, ma resta immutato lo spettacolo che gli atleti hanno regalato sulle cinque piste cortinesi, in una delle località montane più belle al mondo, dove si respira l’essenza degli sport invernali”.

    Prearo: “Proprio per la conformazione geografica della nostra provincia, il comitato ha sempre apprezzato il nostro lavoro”

    E a godersi lo spettacolo della 46esima edizione della rassegna internazionale, in televisione, è stato anche Leonardo Prearo, splendido 80enne, per oltre trent’anni presidente della Fisi (Federazione italiana sport invernali) di Rovigo. Sì, perché fino a una decina di anni fa, in Polesine c’erano oltre 500 tesserati nelle cinque società presenti nel territorio, iscritte alla Federazione, che erano lo Sci Club Rosalpina, lo Sci club Due Torri di Rovigo, lo Sci Club Caimano con sede a Santa Maria Maddalena, lo Sci club 309 di Porto Viro e lo Sci club Delta Po con sede ad Adria. Ora, l’unico sci club ancora attivo è il 309 di Porto Viro, con il delegato Paolo Fregnan. “È un peccato – dice con un po’ di amarezza Prearo -, ma non c’è stato un rinnovamento a livello dirigenziale che ha consentito di proseguire in quello che era stato fatto. Era un piacere organizzare ogni anno il trofeo Città delle Rose, nell’ambito dei campionati provinciali Interclub di sci alpino che si disputava sulla pista Costabella di Passo San Pellegrino. Proprio per la conformazione geografica della nostra provincia, il comitato regionale ha sempre apprezzato il nostro lavoro e la nostra intraprendenza e i 500 tesserati sono stati un piccolo grande vanto, rispetto ad altre realtà provinciali”.
    Cristiano Aggio

    Leaderboard

    Le più lette