Logo testata di vicenza

Home Breaking News Intervista all'associazione Luca Ometto: “Lavoriamo per una cura per il glioblastoma”

Intervista all’associazione Luca Ometto: “Lavoriamo per una cura per il glioblastoma”

L’intervista. Valentina Ometto è presidente dell’Associazione Luca Ometto e dice “Lavoriamo per offrire la speranza di una cura per il glioblastoma”

Valentina Ometto, presidente dell’associazione Luca Ometto

In questa intervista, Valentina Ometto, Presidente dell’Associazione Luca Ometto Onlus, spiega la nascita, gli obiettivi e i traguardi dell’Associazione che intende aiutare tutte le persone colpite da glioblastoma dando loro speranza di una possibile cura.

Come è nata la vostra Associazione?

L’Associazione nasce nel 2017 con la volontà di sostenere la ricerca scientifica sul glioblastoma, per trovare una cura definitiva a questa forma così aggressiva di tumore cerebrale che aveva colpito Luca Ometto, fondatore di Libreriauniversitaria.it. La volontà di fondare una Onlus nasce proprio dalla promessa fatta a Luca di cercare di aiutare la ricerca scientifica. In parte l’Associazione ci è riuscita, finanziando dal 2017 ad oggi il Progetto Regoma dell’Istituto Oncologico Veneto che ha dimostrato la validità di un farmaco nell’aumentare le prospettive di vita nei malati di glioblastoma in recidiva.

Qual è il messaggio di Luca che volete diffondere?

Attraverso il libro da poco edito “Luca Ometto, storia del fondatore di Libreriauniversitaria.it”, raccontiamo la storia incredibile di Luca Ometto, che giovanissimo ha creato uno dei primi e-commerce di vendita libri in Italia. La sua è una storia che può ispirare le nuove generazioni, attraverso il suo coraggio anticonvenzionale e l’intraprendenza, che ha portato con fatica, sacrifici e passione a creare uno dei più grandi siti di vendita libri online in Italia.

Quali sono le vostre più importanti attività e i traguardi raggiunti in questi anni?

L’Associazione offre alle famiglie vittime del glioblastoma servizi  di assistenza e supporto di varia natura, psicologico ma anche legale. Nel corso degli anni tante sono state le iniziative: il concerto di Aba nel giugno 2018, le cene di raccolta fondi, la partecipazione alla Padova Marathon nell’edizione 2017-2018 e 2019. In particolare nell’edizione 2019 hanno partecipato più di mille persone per “Io Corro Con Luca”, grazie anche al nostro testimonial Pierpaolo Spollon. Certamente uno degli eventi di cui andiamo più fieri è il Premio di Laurea Luca Ometto. La cena di premiazione si è tenuta a settembre 2019. E’ stata premiata una giovane neolaureata in Psicologia clinica per una tesi sul un chatbot che curerebbe la depressione.

E’ stato istituito anche un Premio di Laurea “Luca Ometto” per l’innovazione digitale.

Il Premio di Laurea Luca Ometto nasce proprio per sostenere i giovani talenti, in memoria di Luca Ometto. Il premio, organizzato dall’Associazione Alumni dell’Università di Padova e pubblicato sul sito UniPd, sostiene le migliori idee in innovazione tecnologica e imprenditoria di studenti e neolaureati, con lo scopo di mantenere vivo il ricordo di Luca, che fu precursore dell’e-commerce. C’è tempo fino al 15 marzo per presentare domanda e il premio è di 2500 euro.

Quali sono i vostri progetti futuri?

Per il 2021 il nostro scopo è quello di raccogliere 56mila euro per sostenere la borsa di studio di un ricercatore interno allo Iov interamente dedicato alla ricerca sul glioblastoma, per continuare il Progetto Regoma. L’anno si è aperto in modo emozionante: abbiamo infatti ricevuto una donazione grandissima dagli “Amici di Mattia Passante”, un giovane ragazzo che era vicino all’Associazione, venuto a mancare di glioblastoma nel 2020.

Fanny Xhajanka

Le più lette