Logo testata di vicenza

Home Padovano Padova #PadovaArena, il terzo progetto per il bando"Qualità dell'abitare"

#PadovaArena, il terzo progetto per il bando”Qualità dell’abitare”

Presentato Effetto Doppler, il progetto relativo al bando nazionale per la qualità dell’abitare al quale ha partecipato il Comune di Padova

Si chiama Effetto Doppler la terza proposta progettuale presentata dal Comune di Padova al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare. L’Effetto Doppler è sfruttato in alcuni strumenti musicali per ottenere particolarità sonorità, ma è anche la differente percezione di un suono quando la sorgente si avvicina o si allontana da noi. Non poteva esserci nome più adeguato per il progetto che si sviluppa lungo il tracciato della linea 3 del nuovo sistema tranviario SMART. (dalla zona Stazione a Voltabarozzo)

il progetto si articola in tre ambiti: il primo riguarda i padiglioni 7 e 5 della Fiera. Padova Hall ha proposto in stretta collaborazione con il gruppo Zed la riqualificazione di questi padiglioni. Nel 7 la proposta mira alla realizzazione della nuova Arena Musicale della città, il 5 invece sarà riqualificato e adattato per ospitare una molteplicità di eventi culturali.

#PadovaArena il nuovo centro musicale della città

Rendering del progetto nel padiglione 7

Attività: La nuova conformazione permetterà una nuova vita ed un utilizzo multifunzionale consentendo oltre alle fiere/spettacoli musicali, lo svolgimento di competizioni sportive di alto livello, grandi manifestazioni di e-sports, eventi culturali ed aggregativi. #PadovaArena. La sede all’avanguardia consentirà a Padova e al Veneto di ospitare più eventi, inclusa una gamma più ampia di musica, sport e intrattenimento e sosterrà la continua rigenerazione del polo Fieristico Padovano.

Volumi e suolo: La futura struttura non andrà ad incidere in alcun modo nel rapporto di utilizzo di nuove superfici, mantenendo in pianta la stessa sagoma dello spazio esistente. Il padiglione attualmente è alto circa 17 metri, all’estradosso della copertura, verrà innalzato di 13 metri, portandolo ad un totale di circa 30 metri.

Sono 7,5 i milioni di Euro messi in campo dall’amministrazione che si sommano ad ulteriori 12 stanziati da parte di Zed, arrivando così ad un totale di 19 milioni.

Indotto e ricadute: Il progetto per la nuova #PadovaArena, offre alla città un luogo di prima classe, che reinterpreta i tradizionali spazi premium che porterà beneficio all’indotto. Infatti, da non tenere in considerazione gli aspetti economici per tutto il territorio, che, come dimostrato anche da un recente studio promosso dalla Bocconi di Milano, valuta le stime tra ricadute dirette su alberghi e ristoranti, sulle economie e sui benefici d’immagine per la città ospitante l’evento, in un moltiplicatore fino a 6 volte per ogni Euro investito.

Rendering della futura struttura al padiglione 7

È importante sottolineare che la trasformazione ad arena musicale del Padiglione 7 non toglierà superficie espositiva alla Fiera, perché le gradinate saranno realizzate sopraelevate, lasciando tra loro e il pavimento una altezza libera di cinque metri, più che sufficiente a ospitare gli stand fieristici. Allo stesso modo la struttura sarà del tutto compatibile con il limitrofo edificio che accoglierà la facoltà di ingegneria, grazie ad un particolare e moderno sistema di insonorizzazione. Infine la realizzazione dell’Arena Musicale in Fiera non comporterà nuovo consumo di suolo.

I dati della struttura

7.680mq per eventi fieristici ancora disponibili; – 3.600mq di platea; – 4.000mq di foyer; – capienza 10.500 posti a sedere; – capienza fino a 12.000, nella configurazione posti in piedi in platea; – 10 skybox per intrattenimento vip; – 10 bar interni; – circa 90 sevizi igienici; – terrazza panoramica di 400mq; – impianto fotovoltaico in copertura di circa 1MW.

Il secondo ambito progettuale

Riguarda il Parco dei Faggi, un’area verde di valore monumentale e ambientale della quale si vuole valorizzare in sicurezza lo spazio pubblico immaginandone anche un utilizzo temporaneo per iniziative di carattere artistico e culturale, con particolare attenzione a quelle di carattere musicale (ovviamente compatibili con la qualità del luogo) in ideale collegamento con la stessa Arena Musicale. Il Parco dei Faggi sarà così maggiormente frequentato dalle famiglie e dai giovani, in particolare residenti ed abitanti il Quartiere.

Il terzo ambito progettuale

È legato al tema della riqualificazione dei luoghi dell’abitare ed in particolare all’edilizia residenziale pubblica. La proposta progettuale prevede la riqualificazione di due edifici ERP in Via Pizzamano, la demolizione e ricostruzione di 22 alloggi in Via Telesio ai quali si aggiungono interventi sugli spazi pubblici limitrofi con la realizzazione di un parco lineare lungo l’argine il miglioramento delle connessioni ciclopedonali.

Le più lette