Notizie
HomePadovanoPadova NordVigodarzere, ponte della Libertà: “La Brentana” per una soluzione condivisa

Vigodarzere, ponte della Libertà: “La Brentana” per una soluzione condivisa

“Sconcerto e preoccupazione” per i consiglieri comunali de “La Brentana” Daniela Filogamo e Fabrizio Callegaro nei confronti della posizione del vicesindaco Zanovello su viabilità e ponte della Libertà.

Vigodarzere, ponte della Libertà
Vigodarzere, ponte della Libertà

I consiglieri comunali di Vigodarzere Filogamo e Callegaro affermano:“È risaputo che l’attuale ponte della Libertà con più di 70 anni, e sul quale da 40 è impedito il transito dei mezzi pesanti per evitarne il crollo, sia insufficiente a sostenere l’enorme mole di traffico che lo percorre. È inaccettabile, ancora prima come cittadini, che Zanovello pontifichi soluzioni diverse (quella allo studio con i Comuni di Padova e Cadoneghe) sul tavolo progettuale ormai da due anni, di difficile realizzazione, dai tempi incerti, dai costi elevatissimi e funzionali al solo nodo viario della Castagnara”.

Raduzzi: “Le decisioni che interessano i cittadini devono essere prese dai cittadini”

“Non è, poi – aggiunge il gruppo La Brentana -, risolutiva del problema delle code mattutine di via Roma a Vigodarzere, direzione Padova e di via Annibale da Bassano, sul ponte della Libertà direzione Limena. È grave che l’amministrazione non abbia in alcun modo informato e non si sia confrontata con la cittadinanza. Come gruppi consiliari M5S e Brentana riteniamo indispensabile un confronto progettuale che preveda il collegamento del nuovo ponte alla S. P. 87 del Terraglione con la realizzazione di una bretella che consentirebbe l’alleggerimento del traffico su via Vittorio Veneto e via Marconi. Le battaglie devono confluire in un binario che abbia all’orizzonte il solo fine di risolvere il problema con il minimo impatto”.

“Le decisioni che interessano i cittadini devono essere prese dai cittadini – conclude il deputato M5S Raphael Raduzzi della commissione bilancio e finanza alla camera – Mi auguro che ogni soluzione tecnica nasca da un confronto approfondito sia tra i vari enti locali che tra i cittadini per giungere alla soluzione migliore”. (g.b.)

Le più lette