Logo testata di vicenza

HomeVenezianoMiranese SudZianigo, via Desman: troppi incidenti, scatta la protesta

Zianigo, via Desman: troppi incidenti, scatta la protesta

Monta di nuovo la polemica in via Desman a Zianigo (Venezia), teatro di incidenti anche in questo inizio di 2021. I residenti chiedono che la strada venga sistemata

Zianigo

“Sistemate la strada prima che succeda un’altra disgrazia”, chiedono a gran voce i residenti. A inizio febbraio, infatti, all’incrocio con via Bollati a Zianigo (Venezia), si è sfiorata un’altra tragedia. Un’auto è carambolata nel fosso all’incrocio, travolgendo la fermata dell’autobus. Per fortuna solo ferita l’automobilista dell’auto finita capottata nello scolo, anche se sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per liberarla dall’abitacolo della sua auto.

Ma proprio la foto dell’auto rovesciata nello scolo, scattata dai pompieri, dà il segno di una nuova tragedia scampata: la vettura è finita fuori strada dopo lo scontro con un’altra auto all’incrocio abbattendo parzialmente il palo della fermata dell’autobus e tutti ora si chiedono come sarebbe andata se ad attendere il bus della linea Actv 3E Borgoricco-Mirano ci fossero stati dei pendolari.

La trascuratezza in cui versa via Desman

Quella fermata è da tempo il simbolo della trascuratezza in cui versa via Desman, nonostante i continui rischi, gli incidenti, i morti. I pendolari che la utilizzano sono costretti ad attendere sul ciglio, in mezzo metro di terra tra la strada e la riva del fosso: nessuna pensilina, nessuno spazio, a bordo strada in balìa delle auto e senza alcuna protezione. E quando piove, anche con il rischio di essere “agganciati” all’ombrello dalle auto in corsa.

Il progetto per sistemare l’incrocio “non è servito a niente”

C’è un progetto per sistemare l’incrocio, che dopo centinaia di incidenti (alcuni, purtroppo, mortali) lascerà il posto a una rotatoria compatta. Ma i residenti chiedono di fare presto e soprattutto di sistemare l’intero rettilineo.

Le proteste di qualche anno fa, con i residenti in gilet fluo in fila tutte le mattine lungo il ciglio, per dimostrare quanto sia pericolosa via Desman, non hanno sortito effetti: “Non è servito a niente – allarga le braccia uno di loro- corrono più di prima, non hanno messo neanche un autovelox e prendere la bici per noi resta una roulette russa”. L’altro decumano della vecchia centuriazione romana, via Caltana, dall’altro lato del territorio, ha appena ricevuto l’ok a interventi importanti che serviranno a metterla finalmente in sicurezza. A Zianigo e Veternigo sperano di essere i prossimi, ma servirà trovare milioni per realizzare almeno una ciclabile e mettere in sicurezza gli incroci, come avviene nel tratto padovano della strada.

Filippo De Gaspari

Le più lette