Logo testata di vicenza

Home Rodigino Adria Adria, Giovanni Cattozzi è il nuovo numero uno del Csi Veneto

Adria, Giovanni Cattozzi è il nuovo numero uno del Csi Veneto

Il nuovo numero uno del Csi (centro sportivo italiano) Veneto è Giovanni Cattozzi, di Adria. E’ stato eletto dai nove delegati provinciali

Adria, Giovanni Cattozzi

Il neo presidente, Giovanni Cattozzi, 57 anni, bancario, rimarrà in carica per quattro anni, e succede al veronese Antonio Soffiati. Cattozzi, è stato eletto al termine dell’assemblea svoltasi, in presenza, a Padova, dai novi delegati provinciali, in rappresentanza di Verona, Padova, Venezia, Vicenza, Belluno, Treviso, Rovigo, Feltre e Legnago.

L’esperienza di Giovanni Cattozzi come vicepresidente

Cattozzi, è nel Csi Rovigo dal 1978 e, nell’ultimo mandato ha ricoperto il ruolo di vicepresidente, dopo aver svolto nell’ente di promozione sportiva diversi ruoli: arbitro di calcio e pallavolo,  coordinatore provinciale dell’attività sportiva e della formazione, consigliere e poi presidente provinciale, e revisore dei conti. E’ stato vicepresidente vicario del Coni di Rovigo, nel mandato 2004-2008, l’ultimo presieduto da Giuseppe Osti, e anche assessore allo sport del comune di Rovigo, quando sindaco era Fausto Merchiori.

Il neopresidente: “Lo sport come strumento di educazione e promozione umana e sociale”

“Il mio mandato, dice il neopresidente regionale, parte da quella certezza che in 75 anni di storia il Csi ha sempre, coerentemente, portato avanti, rimanendo se stesso, pur nel cambiamento  nel mutare dei tempi, cioè “proporre e diffondere lo sport come strumento di educazione e promozione umana e sociale.” E’ una bella sfida quella che spetta a Cattozzi, considerata anche la pandemia che ha rivoluzionato la vita sociale, economica e sportiva di tutti. I numeri del Csi veneto (aggiornati a giugno dello scorso anno), parlano di oltre mille società sportive affiliate (50 quelle a Rovigo).

Rilancio, formazione, collaborazione e dialogo

Rilancio, formazione, collaborazione, dialogo sono alcuni dei punti sui quali si focalizzerà l’operato di Cattozzi e della nuova giunta. “Una politica sportiva che valorizzi le società sportive, un dialogo con le istituzioni per far comprendere il ruolo educativo e sociale delle società sportive, la formazione come priorità”, dice Cattozzi.

“L’avere operatori e dirigenti formati ed abilitati – aggiunge -, è fondamentale per la qualità dell’attività svolta. Ma anche, contenere il più possibile i costi a favore dei nostri comitati, considerato che le entrate dal Coni sono sempre più esigue ma i costi per la gestione dell’attività diventano sempre più importanti. E’ necessario ricercare forme di finanziamento che non gravino sui comitati locali. Inoltre, c’è bisogno di un rilancio dell’attività giovanile regionale, uno dei pilastri portanti dell’attività del Csi e ci impegneremo per qualificare l’attività sportiva in oratorio.”

I consiglieri del Csi Veneto

Cattozzi sarà affiancato dai consiglieri: Zeno Falzi (Verona), Enrico Mastella (Vicenza), Diego Maurizio Mazzarri (Treviso), Dante Passuello (Belluno), Matteo Scanavacca (Feltre), Elena Scamparin (Venezia), Emma Stecco (Padova), e dal revisore dei conti Claudio Traverso (Venezia).

Cristiano Aggio

Le più lette