Logo testata di vicenza

Home Padovano Conselvano Bovolenta, controlli a raffica: sanzionate 10 persone per violazione delle norme anti...

Bovolenta, controlli a raffica: sanzionate 10 persone per violazione delle norme anti covid

Sabato sera di controlli a Bovolenta: sanzionate 10 persone per violazione delle norme anti covid all’interno di due diversi esercizi

Carabinieri

Sabato sera, a Bovolenta, i carabinieri sono intervenuti presso due esercizi pubblici per verificare il rispetto delle misure anti covid. Nell’ambito dei controlli, hanno sanzionato 10 persone.

Le sanzioni

Nel primo bar a ricevere la sanzione sono stati la titolare, P. A., 53enne del luogo, a cui è stata anche chiusa l’attività per cinque giorni, e un barista, B. R., 23 anni, per avere acconsentito di consumare bevande e alimenti all’interno dell’esercizio. Inoltre, i carabinieri hanno anche sanzionato quattro clienti, tutti di Bovolenta, per avere consumato bevande e alimenti all’interno del pubblico esercizio. Si tratta di: Z. I., 49enne;  M. M., 58enne; B. M., 60enne; S. J., 30enne.

Per quanto riguarda la seconda attività commerciale, anche in questo caso alla titolare, J. G., 41enne di origine cinese, è stato applicato, oltre alla sanzione amministrativa, il provvedimento accessorio di chiusura dell’esercizio per cinque giorni. Sanzionate anche tre persone che stavano consumando bevande e alimenti all’interno del bar: C. G., 58enne, e B. M., 37enne, entrambi di Bovolenta; P. A., 47enne residente a Terrassa Padovana.

Borgoricco, violazione delle norme anti covid: sanzionate 39 persone all’interno di un esercizio

Ieri sera, alle 21:15, i carabinieri di Campodarsego sono intervenuti in un circolo di Borgoricco per violazione delle norme anti covid.  All’interno dell’esercizio, i carabinieri hanno trovato il presidente dell’associazione e altre 38 persone, intenti a consumare cibi e bevande. Le persone sono state identificate e dovranno pagare la sanzione amministrativa per il mancato uso di dispositivi di protezione individuale, per la violazione del divieto di assembramento e la presenza fuori dal territorio comunale di residenza senza giustificata motivazione.

Il presidente è stato inoltre sanzionato per aver garantito la somministrazione di alimenti e bevande, generando un assembramento. L’uomo è stato inoltre segnalato all’autorità competente per  la chiusura dell’attività.

Le più lette