mercoledì, 19 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomeVicentinoVicenzaCome sarà il mondo del cibo post-pandemia? Così l'università cerca risposte

    Come sarà il mondo del cibo post-pandemia? Così l’università cerca risposte

    Leaderboard

    Il master in cultura del cibo di Ca’ Foscari disegna la “nuova normalità” per il comparto food & wine

    La convivialità dovrà cercare nuove forme dopo la pandemia

    Saranno i 21 studenti del master universitario di Ca’ Foscari in cultura del cibo a cercare una risposta ad alcuni interrogativi: come si mangerà dopo la pandemia? Come si organizzerà il settore del cibo, vale a dire produttori, ristoranti e clienti? Quale sarà la “nuova normalità” per il comparto food and wine dei prossimi anni? Sono domande importanti, relative a un comparto vitale per l’economia nazionale: vale il 12% del Pil, conta circa 60mila aziende, industrie alimentari e migliaia di attività di distribuzione e ristorazione che sono capaci di valorizzare la qualità del made in Italy, come testimoniano i 44 miliardi di export del 2020.

    Da metà aprile a metà giugno gli studenti del master di Ca’ Foscari lavoreranno in gruppi, seguiti da un team di esperti e docenti dell’università: utilizzando metodi innovativi, confrontandosi con esperti del settore e attraverso ricerche sul campo, elaboreranno scenari per il food made in Italy.

    Le nuove tendenze: più digitale per informarsi e acquistare e maggiore attenzione a salubrità e sostenibilità

    Vladi Finotto, direttore del master in cultura del cibo di Ca’ Foscari

    Si tratta di un laboratorio digitale, quello organizzato dall’ateneo, per formare gli esperti di domani. La pandemia, infatti, ha accelerato alcune tendenze già presenti nel consumo di cibo e vino: un uso massiccio del digitale per informarsi e acquistare; una incertezza su quali saranno le forme del consumare insieme – e in presenza – nei ristoranti e nella convivialità; una maggiore attenzione del consumatore a salubrità e sostenibilità.

    Queste sfide richiedono alle imprese italiane di rivedere le proprie strategie e sfruttare il potenziale di nuove tecnologie e nuovi approcci al fare impresa.

    Il master è diretto da Vladi Finotto ed è sostenuto da Cipriani Food, da Molino Moras e dall’Ais.

     

    Leaderboard

    Le più lette