Logo testata di vicenza

Home Veneto Attualità Covid, Zaia: "In Veneto numeri da zona gialla"

Covid, Zaia: “In Veneto numeri da zona gialla”

“In Veneto l’infezione scende, abbiamo numeri da zona gialla” lo ha annunciato Luca Zaia durante il consueto appuntamento con la stampa presso la sede della Protezione civile di Marghera (Venezia)

Luca Zaia, durante il punto stampa covid

“Nelle ultime 24 ore abbiamo avuto 1.081 nuovi positivi con un’incidenza del 2,67% su 40.474 tamponi. E continuano a calare i ricoveri, scesi ad oggi a 2.013: 1.736 (-55) in area non critica e 277 (8) in terapia intensiva”. Lo ha sottolineato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel corso dell’odierno punto stampa covid.

“Il trend dell’infezione – ha continuato – a livello regionale, sia per numero di positivi che per ricoveri in area non critica, anche nelle terapie intensive, si sta quindi abbassando, anche se ci sono ancora oltre 2.000 persone ricoverate in ospedale”. Il presidente ha poi aggiunto ma che “con questi numeri, comunque siamo in zona gialla”.

Il caso Johnson & Johnson

Sui sieri Johson & Johson Zaia ha dichiarato: “Alle Regioni non è stato detto nulla”. “Il vaccino va – ha detto – basta una dose sola, io tifo per questo vaccino, non c’è bisogno del richiamo. Se ci fosse stato da subito avremmo raddoppiato le persone inoculate”.

“C’e’ una crisi dei vaccini che fa paura – ha aggiunto il governatore – noi abbiamo messo in piedi una ‘Ferrari’ e corriamo come un’utiliaria. Chiedo che Draghi prenda in mano la cosa, ci sono persone che si propongono per vendere vaccini poi se non sono affidabili si lasci perdere senno’ si agisca in autonomia”.

La campagna vaccinale in Veneto

Per quanto riguarda la campagna vaccinale, in Veneto si va avanti con fragili e vulnerabili. “Per gli accompagnatori, – ha precisato Zaia – ci sarà una riunione oggi, per gli assistenti si va avanti e per gli over 70 che sono 495mila stiamo lavorando ad una modalità del convivente accompagnatore perché non possiamo gestirli tutti”.

“Per risolvere il problema – ha spiegato Zaia – ci sarà la doppia prenotazione, ma solo per gli accompagnatori over 70 per rimanere nel target”. Questo dalla prossima settimana.

Vaccinazioni over 80

Questa settimana si chiuderà con gli over 80, ma Zaia ha evidenziato dei problemi. “La gestione, al di là delle prenotazioni, va a macchia di leopardo. E’ fondamentale il supporto dei Comuni”. Alcuni sindaci, ha concluso, “non ci hanno risposto nonostante siano stati interpellati più volte. Abbiamo qualche ‘disperso’, probabilmente ci sono problemi sulle liste o c’è chi si aspetta vaccinazioni a casa; risolveremo”.

Le più lette