Logo testata di vicenza

Home Veneto Attualità Il Bonus Covid per i collaboratori sportivi

Il Bonus Covid per i collaboratori sportivi

Una delle categorie che hanno subito in maniera maggiore il problema legato al coronavirus è quello dei collaboratori sportivi. A causa della chiusura delle palestre, dei centri sportivi e delle piscine, i collaboratori sportivi, specialmente quelli appartenenti alle società dilettantistiche, hanno subito un grave danno, prima di tutto economico, ma anche psicologico.

Sport

Nel decreto emanato lo scorso anno i collaboratori sportivi che operano nel mondo dilettantistico erano considerati i “lavoratori fantasma”. Per loro ora si sono aperte le possibilità di ricevere delle nuove indennità grazie al Decreto Sostegni che è stato pubblicato il 23 marzo scorso. Queste indennità saranno di importi diversi secondo le varie fasce di compenso e saranno erogate dalla Società Sport e Salute, che ha ricevuto una dotazione pari a 350 milioni di Euro per il 2021.
Scopriamo insieme qualcosa di più!

Il Bonus per i collaboratori sportivi

La distribuzione avverrà sulla base dei criteri che sono stati stabiliti dallo stesso Decreto Sostegni e la base di calcolo sarà quella dei compensi che gli stessi operatori hanno percepito nel corso del2019. In questo modo saranno definiti nuovi importi relativi al bonus collaboratori sportivi.
La conferma è arrivata dopo una serie di indiscrezioni sullo stesso tema che erano state attribuite a Vito Cozzoli, l’A.D. di Sport e Salute, che fin dall’inizio della pandemia si è occupato del pagamento dei bonus per i collaboratori sportivi.
Nel 2020, per poter accelerare le procedure di pagamento, era stato previsto un bonus dello stesso importo per tutti i lavoratori interessati, mentre ora sono state stabilite delle fasce. Questa novità, oltre a dare una mano a chi vive del lavoro in ambito sportivo, è stata pensata per garantire una maggiore equità di trattamento.

Quanto riceveranno i collaboratori sportivi

La nuova indennità che è stata decisa a favore dei collaboratori sportivi è stata aumentata, passando dagli 800 Euro previsti dai precedenti decreti, ad un range che va da un minimo di 1200 Euro ad un massimo di 3.500 Euro.
In dettaglio ai collaboratori sportivi che nel corso del 2019 hanno avuto dei compensi superiore a 10mila euro anni, legati alle attività sportive, sarà riconosciuto un bonus di importo pari a 3.600 euro, mentre chi, sempre nello stesso anno, ha ricevuto un compenso variabile tra 4.000 e 10.000 euro, saranno riconosciuti 2.400 Euro, ed infine per i percettori di una somma inferiore ai 4mila euro il bonus sarà di 1.200 Euro.
Per i collaboratori sportivi che hanno ottenuto il bonus nel corso del 2020, l’erogazione avverrà in maniera automatica, senza la necessità di una nuova domanda, mentre per gli altri resta l’obbligo di inoltrare la domanda relativa al bonus, a partire dal 1 aprile e fino al 15 dello stesso mese, sempre indirizzandola a Sport e Salute.

A chi spetta il Bonus

Il bonus collaboratori sportivi previsto dal Decreto Sostegni spetta a quei lavoratori che sono impiegati con un rapporto di collaborazione presso il Comitato Olimpico Nazionale (CONI), oppure presso il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), le federazioni sportive a carattere nazionale, le discipline sportive associate al CONI, gli enti che si occupano di promozione sportiva, anche in
questo caso riconosciuti dal CONI o dal CIP. Il bonus spetta anche ai lavoratori che hanno un rapporto di collaborazione con le associazioni e le società sportive che operano in ambito dilettantistico.
I collaboratori sportivi che possono ottenere il bonus sono quelli che, a causa dell’emergenza epidemiologica causata dal Covid 19, hanno cessato, sospeso o ridotto questa attività di collaborazione. Inoltre altri requisiti per poter ottenere il bonus riservato ai collaboratori sportivi i lavoratori non dovevano percepire altri redditi, sia da lavoro autonomo che fa lavoro dipendente o
da pensione. In quest’ultimo caso sono esclusi gli assegni ordinari di invalidità. Lo stesso bonus non può essere percepito da quelle persone già percettori del reddito di cittadinanza o di quello di emergenza, o di altre indennità a cassa integrazione. Nei Casinò online invece i vari Bonus vengono garantiti a tutti i giocatori, sia ai nuovi iscritti che ricevono i bonus benvenuto senza
deposito e i bonus benvenuto sul deposito sia agli utenti di lunga data (che solitamente accedono ai Bonus VIP).
La platea dei percettori di questo bonus è stimata in circa 200mila persone.

Le più lette