Logo testata di vicenza

Home Veneziano Chioggia Silvia Zennaro si prepara per le Olimpiadi di Tokyo: “Sarà dura senza...

Silvia Zennaro si prepara per le Olimpiadi di Tokyo: “Sarà dura senza pubblico ma voglio pensare solo alle regate”

Silvia Zennaro alle Olimpiadi di Tokyo: “Mi mancheranno i miei tifosi e i miei genitori. Sarà difficile ma punto sicuramente alla Top Ten”

Silvia Zennaro
Silvia Zennaro

Ancora pochi mesi separano la velista dal sogno olimpico. Non manca molto infatti al via dell’edizione  XXXII della manifestazione sportiva più celebre e prestigiosa, in partenza nel mese di luglio. Ci sarà un po’ di Chioggia in terra nipponica, grazie appunto alle regate a cui parteciperà Silvia Zennaro. L’attesa è febbrile per l’intera città, anche perché le vittorie che sta collezionando l’atleta “di casa” da un anno a questa parte (a settembre 2020 campionessa italiana categoria Laser Radial; marzo 2021 Italia Cup) fanno ben sperare.

Silvia, manca poco all’inizio dell’avventura olimpica. Quali sono le tue sensazioni?

“Sono felicissima e carica, voglio andare a Tokyo con il sorriso e dare il meglio di me, cercando sempre di rimanere tranquilla e focalizzata”.

Quale sarà a tuo avviso l’ostacolo più grande da affrontare, quello che ti spaventa di più?

“Mi spaventa l’incertezza del momento, non è facile continuare a riformulare i programmi, ricominciare da capo di punto in bianco. Lo spostamento delle Olimpiadi è stato duro, questo Covid ci sta rendendo la vita difficile, ma ho imparato a darmi degli obiettivi giornalieri così che ogni volta non mi si rivoluziona troppo la vita”.

 E’ ufficiale che le Olimpiadi si svolgeranno senza pubblico proveniente dall’estero. Cosa ne pensi?

“Mi spiace molto, sicuramente per chi la vive come prima esperienza sarà una “brutta” Olimpiade, però io ho già assaggiato il clima Olimpico a Rio ed io voglio solo pensare alle regate. Mi mancheranno i miei supporter e i miei portafortuna preferiti: i miei genitori”.

C’è un cimelio, un portafortuna, un gesto scaramantico che ripeti prima di ogni gara?

“No semplicemente quando c’è la mamma detta anche “Super Mama” le statistiche dicono che sono più serena e vado meglio, non è detto che se non c’è però vada male”.

A Settembre dello scorso anno hai vinto il titolo italiano nella categoria Laser Radial. Ti sei posta qualche obiettivo per la gara olimpica?

“Ho appena vinto l’Italia Cup, prima regata da ottobre, è stato stupendo tornare a competere. Sarà dura perché senza un confronto è difficile sapere a che punto si è ma sicuramente punto alla Top Ten”.

 

Luca Rapacciuolo

Le più lette