Logo testata di vicenza

Home Breaking News Ulss 3, vaccino a domicilio grazie all'accordo con i medici di base

Ulss 3, vaccino a domicilio grazie all’accordo con i medici di base

Una firma importante. Grazie all’accordo tra l’Ulss 3 (Venezia) e i medici di base, si potrà procedere con la somministrazione del vaccino a domicilio per gli over 80

Nella sede dell’Ulss 3 Serenissima (Venezia) sono state poste oggi le firme che attivano l’accordo tra le sigle sindacali dei medici di base e l’Ulss 3 Serenissima per la vaccinazione degli over 80 a domicilio: “Con questo accordo importante, spiega il Direttore Generale Edgardo Contato – sottoscriviamo la collaborazione grazie alla quale, in due giorni, il 21 e il 22 aprile, i Medici di Famiglia del nostro territorio, dentro il programma vaccinale dell’Azienda sanitaria, entreranno nelle case di 3511 grandi anziani, per portare loro il vaccino. Tutte le sigle sindacali dei MMG sono rappresentate, a conferma della responsabilità e dell’impegno dei Medici di Medicina Generale: raggiungeranno i loro assistiti over 80 che non si possono muovere, e lo faranno con la competenza e con la facilità di azione di chi conosce bene ogni soggetto, le sue difficoltà, le sue patologie”. (continua a leggere dopo la gallery)

Molte le adesioni

Molti i Medici di Famiglia che hanno dato la loro disponibilità, sui 380 che operano nel territorio dell’Ulss 3: “Da una sessantina attendiamo ancora la conferma – sottolinea il Direttore Generale – ma nella serata di oggi un webinar con tutti i MMG ci consentirà di ribadire la proposta e di convincere alcuni che hanno fin qui evidenziato perplessità o difficoltà”.

Preziosa la collaborazione della Guardia Medica, che nei due giorni in cui i MMG saranno impegnati a domicilio dei pazienti da vaccinare sarà attivata in sostituzione.

I medici di base essenziali nella vaccinazione degli allettati

I Medici di Famiglia prendono il testimone dall’Azienda sanitaria, che già da settimane sta somministrando, attraverso gli USCA e gli infermieri dell’Assistenza domiciliare (ADI), la vaccinazione agli anziani che non sono in grado di raggiungere i centri vaccinali; e in due giornate – mercoledì 21 aprile e giovedì 22 aprile – hanno programmato di vaccinare 3511 assistiti. “Questo numero – spiega il Direttore generale Contato – è il risultato della verifica effettuata congiuntamente dall’Ulss 3 e dai singoli MMG: l’Azienda sanitari mette così a disposizione di ciascun medico di famiglia un elenco verificato, oltre alle siringhe pronte per la somministrazione, il kit per le emergenze e anche un cartello da esporre sull’auto in sosta per certificare di essere in servizio vaccinale. Abbiamo organizzato così al meglio, insieme ai Medici di Famiglia, quella che è una ulteriore proposta agli anziani: questa ‘due giorni’ di vaccinazione a domicilio fa infatti seguito alla ‘tre giorni’ di vaccino a libero accesso in sei sedi sul territorio, svoltasi nel fine settimana, ed è un’ennesima possibilità per aderire, con la quale immaginiamo davvero di aver portato a compimento ogni possibile iniziativa per consentire agli over 80 del nostro territorio di ricevere il vaccino”.

Il 90% degli over 80 ha già ricevuto il vaccino

Con le recenti iniziative, a cui si somma ora la collaborazione con gli MMG per il vaccino a domicilio, l’Ulss 3 Serenissima conta di aver raggiunto con la prima dose il 90% della popolazione over 80. “Daremo seguito alla ‘due giorni’ a dimicilia – sottolinea il Direttore Contato – con un ultimo ulterio invito che sarà inviato agli over 80 perché  si rechino, di nuovo in libero accesso, alle postazioni vaccinali. Nel frattempo, però, per la nostra Azienda sanitaria si apre una nuova fase nella quale al centro degli sforzi sarà la categoria dei pazienti fragili e poi quella dei cittadini tra i 70 e i 79 anni”.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’accordo e dell’iniziativa erano presenti i rappresentanti delle sigle sindacali dei Medici di Medicina Generale. Il fiduciario dell’Ulss 3 Serenissima (Venezia), il dottor Stefano Rigo, ha ribadito la soddisfazione e l’impegno dei Medici di Famiglia.

Le più lette