Logo testata di vicenza

Home Vicenza VeloCittà prosegue con i ciclo esploratori: venerdì 30 aprile ore 20, 30...

VeloCittà prosegue con i ciclo esploratori: venerdì 30 aprile ore 20, 30 in diretta

VeloCittà: venerdì 30 aprile ore 20,30 in diretta con i ciclo-esploratori

Dopo aver pedalato in città con il sindaco Francesco Rucco e il campione olimpico Silvio Martinello, e nelle nostre terre con tre autori di ciclo-guide, venerdì 30 aprile è la volta dei ciclo-esploratori.

In bicicletta infatti si possono percorrere distanze incredibili ed entrare nella vita quotidiana di popolazioni lontane, in modo cordiale e rispettoso. Così il viaggio diventa avventura.

Ne parleremo venerdì 30 aprile 2021 alle ore 20,30 in diretta su www.velocitta.it con Luca Occhialini (la sua sfida fino a Capo Nord, e ritorno), Alvise Aman Cedolini (viaggiatore: Bici, poesia e libertà, il suo motto) e Michele Ferro (ciclista estremo, ma persona semplice).

Michele Ferro sulle Dolomiti

Venerdì scorso il turismo di prossimità con Dalla Venezia, Fiorin e Malve

Venerdì scorso (23 aprile 2021) abbiamo pedalato virtualmente nelle nostre terre con tre autori molto diversi tra di loro ma tutti accomunati da una grande passione per la bicicletta e il turismo a due ruote.

Ci hanno davvero fatto venire voglia di approfittare del clima che verso la bella stagione sta migliorando per provare le ciclovie collegate a Vicenza e le più interessanti del Veneto e del Triveneto.

Antonio Dalla Venezia, coordinatore veneto di FIAB, ci ha parlato di AIDA (Alta Italia Da Attraversare), questa meravigliosa ciclovia che attraversa da Est a Ovest tutta la pianura Padana dalla Val Di Susa a Trieste. In particolare si è soffermato sui tratti veneti che vanno a intersecare delle ciclovie meravigliose come la Treviso-Ostiglia, la ciclovia del Brenta, quella del Sile …

Poi Alberto Fiorin, scrittore e autore di ciclo-guide (in gran parte con Ediciclo) ci ha parlato dell’assoluta novità della Romea Strata: dei due rami, quello da Nord che parte dal Brennero e l’altro da Est che parte da Tarvisio. Entrambi si incrociano a Montagnana, e da lì un’unica via porta in Toscana fino alla costa, incrociando l’altra via dei pellegrinaggi, la via Francigena.

E infine l’istruttore di MTB Stefano Malvestio, dello Malve, ci ha illustrato quello che gli europei del Nord hanno già scoperto a livello cicloturistico della nostra terra: la meravigliosa ciclovia del Brenta che dopo il tratto della Valsugana, scende fino a Piazzola dove incrocia la Treviso-Ostiglia e poi giù a Padova e successivamente verso la Riviera nel Veneziano e fino al mare. E ancora l’anello della laguna veneta, l’anello di oltre 500 km della ciclovia dei 4 fiumi e infine i meravigliosi tour a filo d’acqua nel Delta del Po.

Insomma là fuori ci sono tanti percorsi da vivere in bicicletta e per questa primavera e estate c’è davvero l’imbarazzo della scelta. (FB)

 

Le più lette