lunedì, 26 Febbraio 2024
 
HomeVicentinoVicenzaVicenza, ecco VeloCittà: festival delle due ruote con iniziative sino al 27...

Vicenza, ecco VeloCittà: festival delle due ruote con iniziative sino al 27 giugno

Tempo di lettura: 3 minuti circa

Il primo incontro del festival venerdì 16 in streaming con il campione Martinello e il sindaco Rucco

VeloCittà è la nuova iniziativa che animerà Vicenza da questo venerdì sino al 27 giugno, quando è previsto un raduno a Campo Marzo

Una città sempre più a misura di bicicletta, dove sempre più persone la useranno e potranno  pedalare tranquillamente tra i quartieri per andare al lavoro, a scuola, a far la spesa, oppure per fare sport o escursioni. Questo il sogno che anima le 12 associazioni che promuovono “VeloCittà. Una città in bicicletta”, il festival a due ruote che si terrà il 27 giugno in Campo Marzo a Vicenza.

Aspettando veloCittà

Ma non ci sarà solo l’evento del 27 giugno, perché la primavera vicentina sarà animata da un fitto calendario di eventi e incontri per esplorare il mondo della bicicletta a 360 gradi. Si comincia venerdì 16 aprile alle 20:30, con un incontro on-line (in diretta YouTube) dove con due ospiti d’eccezione, Francesco Rucco – Sindaco di Vicenza – e Silvio Martinello – ex-ciclista professionista, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atlanta e ora vivace commentatore televisivo. 

Enrico Bisogno, qui sopra, assieme a Paolo Zancan sono gli animatori di VeloCittà

A seguire, ogni venerdì sera, alla stessa ora e fino al 4 giugno, tanti incontri con persone che della bicicletta ci sapranno illustrare aspetti noti e meno noti. Ci saranno persone che intorno alla bicicletta hanno costruito un progetto di vita, come i vicentini Pierpaolo Romio – fondatore e amministratore di Girolibero – e Angelo Furlan – ex ciclista professionista e animatore della ciclabilità a tutto tondo.  Gradualmente, sperando in una evoluzione positiva della situazione sanitaria, ci saranno appuntamenti anche in presenza, spiegano gli organizzatori. 

Il calendario completo degli eventi é consultabile sul sito www.velocitta.it (notizie e aggiornamenti si troveranno anche sulle pagine Facebook e Instagram). Sul medesimo sito si troverà anche il tasto per il collegamenti in diretta su canale Youtube.

Cos’è VeloCittà?

“VeloCittà – spiegano Enrico Bisogno e Paolo Zancan, i due ispiratori di questa costellazione di eventi – vuole essere un regalo alla città, una serie di momenti che ci facciano riscoprire come la nostra città, il nostro ambiente ma anche le nostre relazioni sociali sarebbero migliori se le nostre strade si riempissero sempre più di veicoli a due ruote”.  

“Sappiamo che ci sono degli ostacoli all’utilizzo quotidiano della bicicletta – riflettono – ma constatiamo anche un enorme interesse per la bicicletta”. 

“Si sa che – anche grazie agli incentivi governativi – i negozi di biciclette non riescono a soddisfare la domanda di cicli e durante i fine settimana si vedono schiere di ciclisti nei nostri colli Berici. Ci manca ancora un piccolo scatto – spiegano – , forse anche un cambio di mentalità, per raggiungere un obiettivo a portata di mano”.

Le realtà associative che promuovono VeloCittà

Sono 12 le associazioni cittadine che si stanno impegnando per dare una forte impronta di ciclabilità alla primavera cittadina: Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta (FIAB) Vicenza, Legambiente Vicenza, WWF Vicenza-Padova, Federciclismo Vicenza, Scuola Berica Mountain-Bike, Vicenza Bike Polo, Acs (Attività Sportive Confederate) Vicenza, Cicletica, Agesci Zona Vicenza Berica, Csi (Centro Sportivo Italiano) di Vicenza, la Cooperativa Insieme e la neonata civi&co.

Il festival VeloCittà è patrocinato dal Comune di Vicenza: “Vedere tante associazioni lavorare insieme per un obiettivo comune – concludono gli ispiratori Bisogno e Zancan –  e già di per sé un bel risultato. Tutte insieme partecipano convintamente a questa alleanza per le due ruote, sognano che Vicenza diventi un punto di riferimento e, perché no, un modello da imitare per la mobilità ciclabile. Già, perché no?”

 
 
 

Le più lette