Logo testata di vicenza

Home Breaking News Abano Terme: dagli alberi di Vaia nasce un'aula all'aperto

Abano Terme: dagli alberi di Vaia nasce un’aula all’aperto

Abano Terme, ieri l’incontro all’Istituto “Vittorino da Feltre” tra il Comune di Alleghe e il Comune di Abano: la donazione di 50 ceppi derivati dalla tempesta di Vaia permetterà la creazione di un’aula all’aperto e di un anfiteatro. Ricevuti anche 614 euro dal progetto di marketing sociale di Tre Cuori

Sono arrivati ieri, lunedì 10 maggio, i 50 ceppi da 30 kg che il Comune di Alleghe ha dato in dono al Comune di Abano Terme per la creazione di un’aula all’aperto per i ragazzi dell’Istituto comprensivo “Vittorino da Feltre”. Ad accompagnare i grossi ceppi degli alberi spezzati dalla tempesta di Vaia, è arrivata anche una delegazione alleghese, capeggiata dal sindaco di Alleghe, Danilo De Toni. A rappresentanza di Abano invece, il sindaco Federico Barbierato, il vicesindaco Francesco Pozza, l’assessore ai Lavori Pubblici Gian Pietro Bano e l’assessore alla Pubblica Istruzione Cristina Pollazzi, che con alcuni ragazzi hanno accolto gli ospiti proprio nella scuola interessata.

Il progetto di collocazione dei 50 ceppi è già chiaro: 25 verranno disposti nel giardino dell’Istituto “Vittorino da Feltre e 25 verranno invece collocati nel Giardino dei Giusti per la creazione di un anfiteatro naturale.

Abano Terme, l’Istituto “Vittorino da Feltre” riceve anche altre donazioni: il successo del progetto di marketing sociale di Tre Cuori

Questa però non è stata l’unica piacevole donazione ricevuta dall’Istituto di Abano: di recente infatti alla scuola sono stati accreditati 614 euro, cifra ricavata dal progetto di marketing sociale ideato dalla società padovana Tre Cuori in collaborazione con il Comune di Abano Terme.

Abano Terme, marketing sociale: ecco come funziona il progetto ideato da Tre Cuori

Il progetto di marketing sociale ideato da Tre Cuori, che si occupa dell’economia territoriale rivolgendosi a privati, imprese e terzo settore, ha preso il via 4 mesi fa ed è rivolto infatti tanto alle attività commerciali locali, quanto alle realtà no profit e anche alle scuole. Nello specifico, il progetto favorisce le vendite per i negozi locali, mentre aiuta con contributi economici le altre realtà interessate, senza che queste debbano sostenere alcun costo.

Il sistema infatti prevede che gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa (15 tra Abano, Montegrotto e Battaglia) ricevano dei voucher da distribuire ai clienti a fronte di una certa spesa raggiunta. I clienti possono dunque destinare il valore del voucher a una associazione o a una scuola del progetto, sotto forma di donazione.

Le più lette